Brooks Koepka trionfatore dello US Open 2017

Brooks Koepka, il vincitore che non ti aspetti. Il 27enne di West Palm Beach ha trionfato nello US Open 2017 ad Erin Hills, chiudendo le ultime nove con un passo eccezionale. L’americano ha finito con quattro colpi in meno del connazionale Brian Harman, protagonista sin dal primo giorno in Wisconsin. Al secondo posto anche Hideki Matsuyama, neo n.2 del World Ranking.

Brooks Koepka

HARTFORD Brooks Koepka con Jena Sims, attrice, modella e sua compagna (Foto Afp)

Continua a leggere

In California la prima sorpresa 2017: Swafford – Abu Dhabi, vince l’inglese Fleetwood

Tommy Fleetwood e Hudson Swafford protagonisti assoluti del weekend golfistico sull’European Tour e sul PGA. Il primo ha vinto l’Abu Dhabi HSBC Championship festeggiando nel miglior modo possibile il suo compleanno, il secondo ha trionfato per la prima volta in carriera al CareerBuilder Challenge, lasciando tutti di stucco.

LA QUINTA (California) Hudson Swafford con la moglie Katherine Wainwright col trofeo del CareerBuilder Challenge (foto AFP)

Continua a leggere

Molinari sempre primo al BMW PGA Championship: con lui il coreano An

Il sigillo di Francesco Molinari anche sul terzo giro del BMW PGA Championship: Chicco chiude davanti a tutti, a -14 colpi complessivi (202, 65 69 68). Per l’italiano sognare è lecito e gli scongiuri sono d’obbligo in vista del quarto e ultimo giro a Wentworth. Chicco ha chiuso a -14 ma non è solo: al comando con lui c’è il coreano An (71 64 67), capace di restare in gara fino alla 18esima e recuperare il colpo di distacco e pareggiare. A Wentworth hanno vinto Rocca (1996) e Manassero (2013)

Francesco Molinari

Francesco Molinari (foto Afp)

Nello score di giornata An ha girato a -5, contro il -4 dell’italiano. Ma nulla è perduto e la sfida finale (si spera) è rimandata di 24 ore.

Difendendosi bene dall’assalto degli altri giocatori, Molinari chiude la giornata con il rammarico per i birdie mancati di poco alla 9-10 e 11 e un gioco poco lucido nel finale.Dopo l’errore alla 14, è arrivato il jolly alla buca 16 imbucando un lungo putt per salvare il par e chiudere poi la 17 e 18 con qualche errore dal tee e un po’ di sfortuna (l’ultimo approccio tocca la bandierina ed esce di pochissimo).

La classifica si è notevolmente allungata e sono rimasti in pochi ad avere i numeri per ribaltare la situazione: il thailandese Thongchai Jaidee, terzo con 204 (-12), l’inglese Tommy Fleetwood, quarto con 205 (-11), Miguel Angel Jimenez, quinto con 206 (-10), e lo svedese Alex Noren, sesto con 207 (-9).

Matteo Manassero (-2) perdendo qualcosa nel finale recupera ed è 35esimo. Domenica alle 13:15 (le 14:15 in Italia) in coppia con il koreano An la partenza dell’azzurro. Forza Francesco!

HOLE-IN-ONE E ALBATROSSContinua a leggere