All’Open d’Italia 2016 da Willett a Jimenez Anche l’originale della Ryder Cup al Milano

Col passar dei giorni prende vita il field dell’ Open d’Italia 2016, ultimo al Golf Club Milano (15-18 settembre) prima di passare a Roma. Un addio col botto quello dell’Open a Monza perché per la prima volta (come da accordi per avere la Ryder Cup 2022 in Italia) il montepremi sale fino a 3 milioni di euro: entro il 2027 la cifra arriverà a sette milioni di euro. La manifestazione sarà preceduta mercoledì 14 dalla CheBanca! Pro Am.

MONZA – Danny Willett pratica dal bunker durante l’Open d’Italia 2015

Continua a leggere

Ryder Cup: per Team Europe wild card a Kaymer, Westwood e Pieters

Darren Clarke ha rotto gli indugi e annunciato i tre europei che completano la formazione di Ryder Cup 2016: si tratta del tedesco Martin Kaymer, dell’inglese Lee Westwood e del belga Thomas Pieters. Con quest’ultimo diventano sei le matricole di Ryder in gara ad Hazeltine.

WILDCARDok
Continua a leggere

The Players, Jason Day parte con il record Molto bene Chicco Molinari che chiude a -6

Francesco Molinari, con un tonico 66 colpi (-6) ha finito al settimo posto la prima giornata al The Players Championship. Il battistrada è l’australiano Jason Day, numero uno del world ranking, che ha eguagliato il record del giro con un gran 63 (-9). Ha provato a tenerne il passo l’inglese Justin Rose, secondo con 65 (-7) alla pari con Cameron Tringale, Bill Haas, Brendan Steele e l’irlandese Shane Lowry, mentre sono insieme a Molinari il sudafricano Ernie Els, Hudson Swafford, Brooks Koepka, Daniel Berger e Boo Weekley.

PONTE VEDRA BEACH, FL - MAY 12: Francesco Molinari of Italy lines up a putt on the fifth green during the first round of THE PLAYERS Championship on May 12, 2016 in Ponte Vedra Beach, Florida. Sam Greenwood/Getty Images/AFP

PONTE VEDRA BEACH – Francesco Molinari studia la traiettoria sulla buca 5 durante “The Players” (foto Afp)

Sono nelle parti alte della graduatoria Zach Johnson, 13° con 67 (-5), il tedesco Martin Kaymer e il giapponese Hideki Matsuyama, 23.i con 68 (-4), e navigano in media Bubba Watson, 33° con 69 (-3), Phil Mickelson, Dustin Johnson e l’inglese Danny Willett, 41.i con 70 (-1). Continua a leggere

Open d’Italia di golf – Karlberg supera Kaymer Lorenzo Scalise sorpresa azzurra: 11esimo

Che il vincitore del 72esimo Open d’Italia presented by Damiani venisse dal Nord lo avevamo intuito. Il favorito, dopo una rimonta implacabile, era Martin Kaymer. Ma i 250mila euro del primo premio sono andati ancora più a nord, ossia allo svedese Rikard Karlberg. Per vincere il primo titolo sullo European Tour, Karlberg ha dovuto sudare due buche di playoff proprio con Kaymer: entrambi avevano infatti chiuso a -19 con il tedesco “reo” di aver infilato tre bogey nelle seconde nove, dilapidando il tesoretto. Entrambi gli spareggi sulla 18: il primo giro è finito in par, nel secondo lo svedese ha piazzato il birdie vincente. Basteranno i 166mila euro per consolare il tedesco da una vittoria già data per scontata?

Ressa dietro i due leader: in sette hanno finito a -18, Wattel da solo a -17 mentre in tre si sono fermati a -16. Questi tre sono Jimenez, Kakko e Lorenzo Scalise, amateur e miglior degli italiani. E’ stato lui la nota azzurra più lieta: tesserato proprio per il Milano, Scalise ha giocato un grande golf, trovandosi ad un certo punto addirittura in terza posizione. Visto lo status, Lorenzo non mette in tasca un centesimo ma l’esperienza maturata e la relativa soddisfazione non hanno prezzo. Chicco Molinari chiude 20esimo (-14),  Perrino 33esimo (-12), Crespi 44esimo (-10), Mazzoli e Dodo Molinai 65esimi (-6), Gagli 71esimo (-4)

 

FOTO E CURIOSITA’ DA BORDO GREEN

LA CLASSIFICA IN TEMPO REALE – Clicca qua e controlla il leaderboard

SEI ALL’OPEN? Clicca e manda il tuo selfie

KAYMER CONTRO TUTTI – Sotto un sole degno del mese di agosto, Martin Kaymer e Romain Wattel sono partiti. Sono l’ultimo team a prendere il via, in virtù del -17 (alla pari con Fahrbring). A seguirli sono centinaia di persone che aspettano la “botta” di Kaymer per poi correre lungo la buca uno. Loro due in mezzo con caddie e staff, tutti gli altri fuori. KaymerWattelgenteconk1

STANDING OVATION PER MOLINARI – Una marea di persone si accalca sul tee della 1 alle 12.30 per la partenza di Chicco e Singh. Quasi tutte in rigoroso silenzio. E tutte “migrano” lunga il fairway per seguire l’italiano che inizia da -11gentemolin

WILLETT, IL FUTURO E’ SUO – A detti di molti addetti ai lavori, questo inglese brucerà presto le tappe. Due le gare vinte quest’anno.WILLETTT

QUALE AZZURRO PIU’ AMATO? Risposta a bruciapelo: Chicco Molinari, il meglio piazzato nel ranking mondiale. A seguire Manassero e Dodo. Qua al Milano giocano in casa Crespi e Scalise. E si sente…scalisestar

MOLINARI CAMPOPRATAREA KIDS CON 500 BAMBINI – L’organizzazione dell’Open d’Italia presented by Damiani fa il punto della situazione all’avvio del quarto e ultimo giorno di gara. Successo di folla e di appassionati, giocatori all’altezza, tutto è filato via liscio. “L’anno prossimo? – dice Rogato – Cominciamo ad aspettare a chi andrà la Ryder Cup 2022 e poi vedremo”. Una curiosità: l’area kids, situata sul campo pratica classico, ha registrato 500 iscrizioni solo sabato.ORGA

C’E’ UNA MERCEDES ANCORA DA VINCERE – Il coreano Y.E. Yang (Y.E. sta per Yong-eun), ha realizzato sabato una “hole in one” centrando direttamente da tee la buca 12, par 3 di 142 metri, utilizzando un ferro nove. La prodezza non gli ha permesso di vincere la Mercedes GLC 220 D, in palio per la “buca in uno” alla 10ª.

UNO “SPONSOR IN PIU” PER LA RYDER CUP – Durante lo Special Event “Questions and Answers” di sabato, Stewart Cink si è schierato apertamente a favore della candidatura italiana della Ryder Cup: “Giocare a Roma la più importante competizione golfistica mondiale sarebbe fantastico. Spero proprio che il pubblico italiano possa godersi da vicino uno spettacolo emozionante e indimenticabile come la Ryder Cup”.

cink22

PUBBLICO DA RECORD – Continua il grande successo di pubblico per il 72° Open d’Italia presented by Damiani: ben 15.000 spettatori hanno seguito il terzo giro del torneo, record assoluto per una sola giornata e un risultato assolutamente straordinario. Complessivamente sono state 32.000 le presenze con 7.500 nella prima giornata e 9.500 nella seconda.
Continua a leggere

Open d’Italia di golf / Day Three – Una vetta per tre Kaymer ingrana, rallentano gli azzurri

Si chiude col marchio tedesco di Martin Kaymer la terza giornata dell’Open d’Italia presented by Damiani. L’ex numero uno al mondo ha messo a segno un -17 finale con un crescendo da vero campione e un sabato dove ha marcato -7 sullo score. Gli unici a reggere il suo passo sono stati il francese Wattel e lo svedese Fahrbring (già al vertice dopo il secondo giro), entrambi a -17.
Due colpo in più (-15) per Zanotti, Wiesberger e Bjerregaard. Il primo azzurro in classifica è Chicco Molinari, 16esimo a -11, quindi il sorprendente amateur Lorenzo Scalise (tesserato per il Milano) fermo a -10. A seguire Crespi (-9), Perrino (-8). In 60esima posizione Dodo Molinari, Gagli e Mazzoli (amateur) a -6

FOTO E CURIOSITA’ DA BORDO GREEN

Ore 16 – Chicco Molinari e Stewart Cink scherzano con gli appassionati. Molinari: “Sul tour mi piace Bubba Watson”. Cink: “Io vedo bene Dustin Johnson”. Sette Ryder Cup giocate in due, il piemontese e l’americano si prestano a foto e autografi con il pubblico.molicink

Ore 15.50 – Martyn Kaymer allunga: vola a -17

Ore 15 – Impressionante la mole di persone che affolla il villaggio ospitalità e il viale del golf. Mai vista in Italia così tanta gente a un Open.viale1viale2

Ore 14.35 – Chicco Molinari chiude a -11. L’amateur Lorenzo Scalise -10. Kaymer allunga in testa a -15.

Ore 14.30 – Kaymer e Lipsky, compagni di team, sono passati in vetta.
PS – La gente che segue Kaymer non ha nulla da invidiare alle decine al seguito di Molinari.KAYPEO

Ore 14 – Marco Crespi ha girato in -9. Dodo Molinari ha chiuso a -6, al pari con Lorenzo Gagli.

Ore 13 – Hole in one del coreano Y.E. Yang alla buca 12. (par 142 mt) con un ferro nove. La buca che assegna in premio per la hole in one la Mercedes GLC 220 D è la 10.

Ore 12.50 – SEI ALL’OPEN? CLICCA QUA E MANDA LA TUA FOTO

Ore 12.30 – Un flusso umano segue Chicco Molinari, Scalise e Broberg, che, alla 10, delizia tutti con un birdie.FOLLA1folla2

Ore 12 – Cosa fa chi non ha passato il taglio? Qualcuno torna in patria, qualcun altro resta e allena i ragazzini sul puttin greenManasseroallena

Continua a leggere

Open d’Italia di golf / Day Two – Sette italiani avanti In testa due outsider scandinavi

Due outsider, lo svedese Jens Fahrbring (67 64) e il danese Lucas Bjerregaard (66 65) sono al comando (-13) colpi dopo la seconda giornata. Li seguono (-11) Pedro Oriol, Romain Wattel, Fabrizio Zanotti e Nicolas Colsaerts, leader dopo un giro.

Stefano Mazzoli foto Scaccini

Stefano Mazzoli (foto Scaccini)

Ha offerto un’ottima prestazione Andrea Perrino, settimo ( -10), come Martin Kaymer,  Bernd Wiesberger, David Lipsky, Craig Lee e Rikard Karlberg. E’ continuata anche la bella avventura del dilettante azzurro Stefano Mazzoli 16° con 136 (66 70, -8), mentre ha ceduto Francesco Molinari, da secondo a 25° con 137 (65 72, -7) insieme a Lorenzo Gagli (67 70) e all’altro ottimo amateur Lorenzo Scalise (71 66). Hanno superato il taglio, caduto -4 e che ha lasciato in corsa 78 concorrenti, Edoardo Molinari, 48° con 139 (72 67, -5) e Marco Crespi, 63° con 140 (70 70, -4). Continua a leggere

Open d’Italia di golf / Day One – In testa Colsaerts Chicco Molinari secondo

FOTO E CURIOSITA’ DA BORDO GREEN DAL “GOLF MILANO”

Colsaerts Nicolas (foto Scaccini)

Nicolas Colsaerts (foto Scaccini)

Colsaerts e poi anche Francesco Molinari. Si chiude così la prima giornata del 72esimo Open d’Italia presented by Damiani. Il belga chiude a -9, l’italiano a -7 in compagnia di Shiv Kapur e Kristoffer Broberg. A livello di azzurri bene il dilettante  Stefano Mazzoli, campione europeo in carica, quinto con 66 (-6) insieme a Wiesberger, Zanotti, Borja Virto,  Bjerregaard,  Korhonen e a Mark Foster. In alta classifica anche Perrino e Gagli, 12.i con 67 (-5). Continua a leggere

Open d’Italia, arriva anche Stewart Cink – Field e location invidiabili con vista Ryder

Si chiama Stewart Cink l’ultimo acquisto del 72esimo Open d’Italia: a una settimana dal via, il pro Usa – capace di vincere 33 milioni di dollari in 19 anni di PGA Tour – ha confermato la sua presenza al Golf Milano, sede da giovedì 17 a domenica 20 settembre della più importante gara italiana nella cornice del parco della Villa Reale di Monza. Il 42enne dell’Alabama si affianca ad altri grandi nomi del circuito che gli appassionati potranno vedere. Stewart CinkConfermatissimo il tedesco Martin Kaymer (per otto settimane numero uno al mondo nel 2011), l’irlandese Padraig Harrington (tre major vinti nel giro di un anno), il suo connazionale Darren Clarke (una vita da libro Cuore e un Open Championship) e Y.E. Yang (unico asiatico finora a vincere un major, il PGA Championship 2009). Tutto qua? No: le ciliegine sulla torta dell’Open d’Italia presented by Damiani sono Miguel Angel Jimenez, Alexander Levy, Alvaro Quiros, Raphael Cabrera Bello, Nicolas Colsaerts, Danny Willett e Robert Karlsson. Nel field il meglio del golf azzurro: i Molinari, Manassero, Paratore, Crespi, Tadini, tanti giovani e Costantino Rocca che giocherà il suo ultimo Open d’Italia. Continua a leggere

Open d’Italia con Kaymer, Jimenez e Clarke A Monza 16 dei primi 100 pro del mondo

Chiunque nutrisse dubbi sull’Open d’Italia 2015 presented by Damiani è pregato di farsi da parte. Al Golf Club Milano, nel parco della Villa Reale di Monza, dal 17 settembre, ci saranno moltissimi professionisti di primo livello, segno che la gara italiana ha sempre più appeal. Vi saranno sei giocatori tra i primi 50 del World Ranking, altri undici entro i cento, quattro Major champions e oltre settanta vincitori di gare sull’European Tour. Qualche nome? In ordine sparso: Martin Kaymer, Miguel Angel Jimenez, Padraig Harrington, Darren Clarke, Y.E. Yang e il neo-papà Francesco Molinari.

Non vi basta? Segnatevi Alvaro Quiros, Nicolas Colsaerts, Victor Dubuisson, Alexander Levy, Danny Willett, Tommy Fleetwood, Chris Wood, Bernd Wiesberger, Anirban Lahiri, Soren Kjeldsen, Stephen Gallacher, Richie Ramsay, oltre al campione uscente, il sudafricano Hennie Otto. Continua a leggere

Us Open: McIlroy e Spieth sono i favoriti Torna Chicco Molinari: per lui major n.25

U.S. Open - Preview Day 3

US Open – Il foglio delle firme

E’ il giorno dello Us Open: al Chambers Bay Golf (Washington) prende il via il secondo major della stagione con nove milioni di dollari di montepremi e un solo italiano in campo, Francesco Molinari. Chicco gioca il suo 25esimo major in carriera, dopo aver saltato il Masters in quanto (all’epoca) fuori dai primi cinquanta del mondo: per le statistiche sarà alla settima presenza nell’US Open, dopo cinque nel Masters, sette nell’Open Championship e sei nel PGA Championship.

Campione uscente – Difende il titolo Martin Kaymer, ma i grandi favoriti sono naturalmente Rory McIlroy e Jordan Spieth. Un gradino sotto Jim Furik. Ennesima chance per Tiger Woods (oggi numero 195 al mondo). Nella lista dei candidati al titolo trova sempre posto Phil Mickelson. Da seguire Bubba Watson, Dustin Johnson, Rickie Fowler, Keegan Bradley, Patrick Reed, Zach Johnson, Matt Kuchar, l’inglese Justin Rose e il giapponese Hideki Matsuyama. Continua a leggere