Due hole-in-one di fila sulla stessa buca da due giocatori di golf? Fatto

Hole-in-one, il sogno più o meno segreto di ogni giocatore di golf. Imbucare al volo dal tee di partenza, marcare “uno” sullo score e far firmare la pallina appena raccolta dalla buca. A futura memoria. Chi ha ha avuto la fortuna e la bravura di metterne a segno una (o più di una) non se lo scorderà mai. Quante volte accade in una stagione di imbucare al volo? Quasi mai. E quante volte accade di vedere due hole-in-one sulla stessa buca nello stesso team? La risposta esatta non è “mai”.

Hole-in-one

Mark Mcleod e la foto postata su Twitter poco dopo la doppia hole-in-one

Continua a leggere

Una Cadillac Escalade non si nega a nessuno: nemmeno a Matt Kuchar

Se fosse uno spot pubblicitario, il claim potrebbe essere questo: “Una Cadillac non si nega a nessuno”. Protagonista non dello spot ma della storia vera è Matt Kuchar, autore di una hole-in-one lo scorso sabato 29 ottobre nel terzo giro del WGC-HSBC in Cina. Contrariamente al solito, il suo colpo vincente dal tee shot della 17 non è stato ricompensato (subito) con la 2017 Cadillac Escalade esposta dietro l’area di partenza.

SHANGAI Matt Kuchar al World Golf Championships-HSBC Champions (foto Afp)

SHANGAI Matt Kuchar al WGC-HSBC Champions (foto Afp)

Continua a leggere

Open Italia – Day 3

IL GOLF ES UMANO
E’ il nome sin troppo chiaro di un sito americano. Qualche volta è davvero troppo umano. Prendete questa foto: buca 1, par 5 e un Campione spedisce il secondo colpo non proprio vicino alla buca. La sua pallina finisce contro la recinzione e s’insacca sotto una montagna di foglie. Quanto volte è accaduto a uno di noi? Io dico 100 volte (al ribasso). Lui non si scompone, leva una a una le foglie e non droppa. Finisce in bunker, esce piazzando la pallina a un metro e poi chiude in par. Di chi stiamo parlando? Di Danny Willett, Masters Champion.willett1

SEI ALL’OPEN?
Sei al Milano? Sei passato in questi giorni e hai scattato una foto? Clicca e manda Continua a leggere

Augusta Masters, il contest a Jimmy Walker Ben 9 hole-in-one: nuovo record – I VIDEO

Partenza migliore non poteva esserci per l’Augusta Masters: nel par 3 Contest che precede la gara vera e propria sono state messe a segno ben nove buche in uno. Su tutti spicca l’hole-in-one di Gary Player, leggenda vivente di 81 anni. I nove colpi al volo sono un evento eccezionale già diventato leggenda oltre che record.

Da un record all’altro: la vittoria finale in questa sfida contrassegnata da allegria e parenti come “caddie” è andata a Jimmy Walker che ha chiuso a -8 nuovo record del campo. Walker ha girato con 19 colpi.

US golfer Jimmy Walker holds is son on the 9th green during the Par 3 contest prior to the start of the 80th Masters of Tournament at the Augusta National Golf Club on April 6, 2016, in Augusta, Georgia. / AFP PHOTO / Nicholas Kamm

AUGUSTA – L’americano Jimmy Walker con i due figli poco dopo la vittoria nel Par 3 Contest (Foto Afp)

 

Di seguito tutti i video delle nove hole-in-one come pubblicato dall’account twitter ufficiale, @TheMasters.

 

Continua a leggere

Rickie Fowler imbuca al volo e regala un mln di dollari a Ernie Els contro l’autismo

Il miglior colpo della sua vita Rickie Fowler l’ha messo a segno senza i suoi ferri e senza le sue scarpe. In un Pro-Am all’Old Palm Golf Club, il 27enne ha imbucato al volo da 103 metri: “in palio” c’era un milione di dollari da destinare alla fondazione di Ernie Els per la ricerca contro l’autismo. E Rickie ce l’ha fatta, facendo esplodere il pubblico in un boato e il campione sudafricano in un pianto di gioia..

 Ernie Els "alza di peso" Rickie Fowler

Ernie Els “alza di peso” Rickie Fowler

La fondazione “Els for Autism” è stata lanciata nel 2009 da Ernie Els per aiutare chi come suo figlio Ben soffre di questa malattia, costruendo centri d’eccellenza per l’accoglienza e la ricerca.

Continua a leggere

A 11 anni infila una hole-in-one davanti a Tiger Woods – VIDEO

In attesa di ritornare in campo da protagonista, Tiger Woods ha parecchio tempo libero e lo dedica, guardacaso, al golf. Mercoledì ha parlato alla stampa del primo percorso disegnato interamente da lui, il Bluejack National a Montgomery, Texas,  e ha inaugurato un altro percorso, “The Playgrounds”, dieci buche “pensate per le famiglie”.

Davanti alle telecamere non poteva esserci un debutto migliore: un ragazzino di 11 anni, Taylor Crozier, ha infatti imbucato un tee shot da 55 metri, mandando il pubblico e lo stesso Tiger in visibilio. Taylor faceva parte di una selezione di una scuola texana della PGA.

Continua a leggere

Malaysia, 12enne fa un’hole-in-one e vince un Suv

Tutte le hole-in-one sono indimenticabili ma quella di Jakkarin è più indimenticabile delle altre. La citazione è d’obbligo vista l’unicità dell’evento accaduto in Malaysia, al Palm Resort Golf & Country Club, a Johor. Jakkarin Jitmaneekan, 12 anni, ha realizzato una buca in uno in un par 3 e, come nelle gare dei professionisti, ha vinto un’auto.

Per l’esattezza un Suv, un Great Wall Haval M4 automatico.

Continua a leggere

Dubai, Rory McIlroy torna a vincere tutto Chicco Molinari, hole-in-one e quarto posto

Rory è tornato: McIlroy trionfa di nuovo in una gara sull’European Tour a poco più di quattro mesi dall’infortunio che gli è costato praticamente una stagione intera. Il nordirlandese ha vinto il DP World Tour Championship e la Race to Dubai. Allo Jumeirah Golf Estates, Rory ha battuto i migliori sessanta dell’ordine di merito, chiudendo a -21, dopo un serrato duello con l’inglese Andy Sullivan (-20). Per il secondo anno consecutivo si è imposto nell’ordine di merito del circuito in cui aveva prevalso anche nel 2012. Ottimo quarto Francesco Molinari.

Rory McIlroy e la fidanzata Erica Stoll


Continua a leggere

BMW PGA Championship, Molinari è quinto A sorpresa stravince il coreano An

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Ai lettori l’ardua sentenza: dopo tre giorni di leadership, Chicco Molinari è finito al quinto posto nel BMW PGA Championship, stravinto dal coreano Byeong Hun An. Il torinese ha chiuso a -12 con 276 colpi (65 69 68 74), An a -21 (71 64 67 65), davanti Miguel Angel Jimenez e il thailandese Thongchai Jaidee (273, -15) . Il coreano ha messo a segno anche  il punteggio record dell’evento portandolo da venti colpi sotto par a “meno 21”.

Byeong Hun An

Byeong Hun An (Foto Afp)

Tra i protagonisti anche l’inglese Chris Wood, quarto con 275 (-13) e con tanto di “buca in uno” e auto BMW i8 vinta nel giro conclusivo, e note di merito, pure se non sono mai stati nel vivo della corsa al titolo, per l’irlandese Shane Lowry e per l’inglese Tommy Fleetwood, sesti con 277 (-11).
Continua a leggere

Francesco Molinari in vetta al BMW PGA Championship

Sarà anche una soddisfazione momentanea ma vedere un italiano in vetta a una prestigiosa gara internazionale fa sempre piacere. Anzi, molto piacere. Francesco Molinari ha chiuso al primo posto in solitario il primo giro del BMW PGA Championship, in svolgimento al Wentworth Club (par 72), a Virginia Water in Inghilterra. Il torinese ha girato in 65 colpi, ben sette sotto il par, staccando di due colpi lo svedese Karlsson.

Francesco Molinari (Foto Afp)

Francesco Molinari (Foto Afp)


Per Chicco (reduce del brillante secondo posto in Spagna sette giorni fa) un score fatto di 11 par e sette birdie, con un crescendo nel finale. McIlroy ha girato in 71 colpi.

GLI ALTRI AZZURRI – Giornata difficile per gli altri italiani: Matteo Manassero è 100° con 75 (+3), Marco Crespi 135° con 79 (+7) e Renato Paratore, ammesso all’ultimo momento essendo seconda riserva, 143° con 80 (+8). E’ stato costretto al ritiro dopo 16 buche Edoardo Molinari per problemi al polso

IL PIU’ FORTUNATO – Da segnalare che Andrew Johnston ha centrato una hole-in-one alla 10 e si è portato a casa una BMW M4 nuova di zecca. Continua a leggere