South African Open Championship amaro: nessun italiano dalle pre-qualifiche

Niente qualificati tra gli azzurri in Sudafrica: nessuno dei sette giocatori scesi in campo nella pre-qualifica è riuscito a trovare posto nel field del 104° South African Open Championship (8-11 gennaio). Saranno alla partenza solo i quattro azzurri ammessi di diritto: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Alessandro Tadini e Renato Paratore. Complessivamente hanno preso parte alle tre gare 342 giocatori dei quali 14 promossi.

FedergolfAllo Zwartkop Country Club (par 71) di Centurion, Lorenzo Magini è terminato trentaseiesimo con 72 colpi, Carlo Guaraldi e Alessandro Grammatica quarantaduesimi con 73. Si è imposto con 65 il portoghese Antonio Rosado. All’Irene Golf Club (par 72) si è qualificato il concorrente di casa Jacques Kruyswijk, vincitore con 65. Out Francesco Laporta, 44° con 73 , Aron Zemmer, 60° con 75, e Lorenzo Coppini, 86° con 77. Continua a leggere

C’è il quindicesimo acuto azzurro nel 2014: il 17enne Guido Migliozzi vince in Florida

Un altro azzurro vincente: Guido Migliozzi si è aggiudicato il Junior World Match Play, disputato a Longboat Key Club (par 71), in Florida. Il portacolori del Golf della Montecchia si è assicurato il titolo battendo in finale per 1 up il colombiano Ivan Camilo Ramirez Velandia, mentre in semifinale aveva eliminato per 2/1 lo statunitense Matt Corio. Altro protagonista dell’evento è stato

Guido Migliozzi

Migliozzi durante la cerimonia di premiazione in Florida

Edoardo Lipparelli (17enne del C.G. Torino) che è arrivato fino alle semifinali dove ha poi ceduto per 1 up a Velandia.

In finale Migliozzi è passato due down alla dodicesima buca ma ha riequilibrato il match con birdie alla 13ª e alla 16ª. L’epilogo alla 18ª, dove con un forte vento contrario il veneto ha effettuato un drive di circa 250 metri e poi ha posto la palla in green a sei metri dall’asta.

Il 17enne veneto è al terzo successo stagionale in campo internazionale, dopo essersi imposto a marzo nell’European Nations Championship al RCG Sotogrande, Continua a leggere

Tadini quinto a Dubai ma non basta

Alessandro TadiniAlessandro Tadini ha condotto un’ottima gara e si è classificato al quinto posto con 284 colpi (71 75 67 71, -4) nel Dubai Festival City Challenge Tour Grand Final, ultimo evento nel calendario del Challenge Tour, ma non è bastato per assicurargli una delle 15 ‘carte’ per l’European Tour 2015 assegnate ai migliori dell’ordine di merito.

Rimarrà, dunque, nel secondo circuito continentale insieme a Niccolò Quintarelli, 42° con 301 (74 75 73 79, +13), e a Matteo Delpodio, 43° con 307 (72 78 77 80, +19), che come il piemontese erano tra i primi 45 della money list (divenuti 44 per la defezione del tedesco Florian Fritsch) ammessi al torneo.

Sul percorso dell’Al Badia GC (par 72), a Dubai, ha vinto con 276 colpi (70 69 68 69, -12) Benjamin Hebert, 27enne francese di Brive al terzo titolo stagionale. Lo avesse conquistato prima sarebbe salito direttamente nell’European Tour, sfruttando l’apposita norma come gli era già accaduto ad agosto del 2011. Tornerà comunque nel circuito maggiore grazie alla sua seconda posizione nella money list.

Alabama, Giulia Molinaro in risalita

Giulia Molinaro alle prese con il putter

Giulia Molinaro alle prese con il putter

Giulia Molinaro, 16ª con 140 colpi (70 70, -4), è risalita di quattordici posizioni nello Yokohama Tire LPGA Classic. E’ invece uscita al taglio Silvia Cavalleri, 103ª con 151 (73 78, +7), la cui carta per il circuito è sempre più a rischio.

E’ passata a condurre con 131 (65 66, -13) la sudafricana Paula Reto, proette da giugno dello scorso anno, che ha sorpassato le due leader del primo giro, la coreana Mi Jung Hur, ora seconda con 134 (64 70, -10), e la numero uno mondiale Stacy Lewis, terza con 135 (64 71, -9).

La Reto, terza dopo un turno con 65 (-7), ha tenuto alto il ritmo con un 66 (-6) frutto di otto birdie e di due bogey, gli unici in 36 buche. La Molinaro, che nel giro iniziale ha realizzato una “hole in one” alla buca 13 (par 3 di 163 yards), ha ripetuto il 70 (-2) d’avvio con quattro birdie e due bogey.

La Cavalleri è stata messa fuori gioco da un 78 (+6) con sei bogey.

GIOCO A GOLF PERCHE’…: CLICCA E SCRIVILO A GOLF

Giulia Molinaro da hole-in-one in Alabama

FedergolfUn pizzico d’azzurro in Alabama: Giulia Molinaro ha messo a segno un’ hole-in-one alla buca 13 (par 3). Per ora l’italiana non ha portato i risultati sperati: Molinaro è al 30esimo posto con 70 (-2) allo Yokohama Tire LPGA Classic, in corso al RTJ Golf Trail (par 72) di Prattville. L’altra italiana, Silvia Cavalleri è 75esima con 73 colpi.

Molinaro non è stata l’unica a imbucare al volo: stessa sorte per Beatriz Recari (sempre alla 13) e la francese Joanna Klatten (alla 17)

In testa tanto per cambiare Stacy Lewis (-8), che è affiancata dalla coreana Mi Jung Hur. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.

GIOCO A GOLF PERCHE’ – CLICCA E SCRIVILO A GOLFANDO

Giochi Olimpici, l’Italia di Paratore e Carta seconda dopo il primo giro

FedergolfL’Italia di Renato Paratore e di Virginia Elena Carta è al secondo posto con 62 (-10) colpi dopo il primo giro del torneo di golf a squadre ai Giochi di Nanjing.

Al comando con 61 (-1) la Corea di Soyoung Lee e di Eun Ho Youm e dunque sono balzate subito al proscenio le due compagini che possono contare sui due giocatori che hanno vinto l’oro individuale, ossia Paratore e la Lee.

Al terzo posto con 63 (-9) l’Australia (Brett Coletta/Elizabeth Elmassian), la Norvegia (Viktor Hovland/Sandrea Nordaas) e la Germania (Jonas Liebich/Olivia Cowan).

CLICCA E SEGUI GOLFANDO SU TWITTER

Pavan rimonta nel Czech Masters

Andrea PavanAndrea Pavan, diciassettesimo  con 211 colpi ( -5), ha rimontato altre 21 posizioni nel terzo giro del D+D REAL Czech Masters (European Tour), che si conclude con la disputa del quarto sul percorso dell’Albatross Golf Resort (par 72) a Vysoký Újezd, vicino a Praga, nella Repubblica Ceca.

Nuovo leader con 204 (68 70 66, -12) è il gallese Bradley Dredge, con Continua a leggere

Barclays: Scott e Tringale scattano avanti Ma Rory risale: ora è 27esimo

The Barclays - Round Two The Barclays - Round TwoAltro giro e altro leader al Barclays: Adam Scott (134 – 69 65, -8) e Cameron Tringale (135 – 66 68) sono passati in testa sul percorso el Ridgewood nel New Jersey. In una classifica molto corta sono al terzo posto con 135 (-7) Kevin Chappell, Brendon Todd e Jim Furyk e al sesto con 136 (-6) Bo Van Pelt, che era in vetta dopo un turno, Kevin Na, lo svedese Henrik Stenson, campione uscente della FedEx Cup, il sudafricano Ernie Els, lo scozzese Russell Knox e l’australiano Jason Day. I primi cento entreranno di diritto alla seconda gara di selezione,  il Deutsche Bank Championship (29 agosto-1 settembre).

Tornando al The Barclays, sono in 16ª posizione con 138 (-4) Zach Johnson, Matt Kuchar, Bubba WatsonGraeme McDowell, Justin Rose e il sudafricano Retief Goosen. Grande recupero di McIlroy con un bel 65: è passato dalla piazza numero 90 alla 27.

Con l’attuale classifica Scott andrebbe in vetta alla FedEx Cup, con Tringlale Continua a leggere

Giochi Olimpici, Paratore balza in testa

Renato Paratore Renato Paratore, con un ottimo secondo giro in 67 colpi (-5) e lo score di 139 (72 67, -5), è salito dal diciassettesimo al quinto posto ai Giochi Olimpici Giovanili di Nanjing in Cina. Male invece le cose per Virginia Elena Carta scivolata dal primo al sesto posto con 144 colpi (69 75, par) dopo un 75 (+3): inalterate le sue possibilità di salire sul podio.

Nella gara maschile è passato a condurre con 136 (68 68, -8) il norvegese Viktor Hovland, seguito dal thailandese Danthai Boonma (137, -7). Potranno puntare all’oro, insieme a Paratore, anche… Continua a leggere

Giochi Olimpici: primo round, Carta in testa

Virginia Elena Carta è al comando con 69 colpi (-3) dopo il primo giro del torneo individuale ai Giochi Olimpici Giovanili di Nanjing, in Cina. Virginia Elena CartaNella gara maschile Renato Paratore è 17° con il 72 del par.

L’azzurra è alla pari con tre orientali, la coreana Soyoung Lee, la giapponese Maria Shinohara e Ssu-Chia Chen di Taiwan, e il quartetto precede di un colpo l’australiana Elizabeth Elmassian e la neozelandese Julianne Alvarez (70, -2).

Nel torneo maschile guidano la graduatoria con 66 colpi, sei sotto par, lo svedese Marcus Kinhult e l’australiano Brett Coletta, tallonati dal thailandese Danthai Boonma (67, -5). Paratore, pur avendo un ritardo di sei colpi, ha comunque… Continua a leggere