Golf e look, la Lpga contro scollature e leggins. Paige Spiranac e i social si mobilitano

di Sauro Legramandi – (@Sauro71)

Spesso il golf è una questione di centimetri. Ogni tanto di millimetri. Per qualche centimetro una pallina rotola maramalda in un bunker o in un ostacolo d’acqua, salutandoci per sempre. Capita anche che la stessa si fermi proprio sul bordo della buca, rifiutandosi di compiere quel mezzo giro decisivo. Da qualche giorno i centimetri che animano il dibattito social-golfistico misurano ben altro, riguardano golf e look. ossia la stoffa indossabile da una giocatrice di golf. La Lpga ha imposto un dress code “castigato” alle proette. Immediata la polemica online e non solo, guidata – guardacaso – da Paige Spiranac. Controcorrente Diana Luna che al nostro blog ammette: “E’ una buona idea, si stava superando il limite”.

Paige Spiranac (foto Instragram)

Paige Spiranac

Continua a leggere

Donne di golf PGAI in campo ad Alessandria per la ricerca contro il cancro

Donne di golf protagoniste per due giorni al Golf Club La Serra di Valenza (Alessandria). Sulle sue nove buche tra colline (si vedono gli Appennini liguri e il Monte Rosa) e boschi si giocherà martedì 13 giugno la Damiani Pro-Am.  Le ladies PGAI giocheranno per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. Il giorno prima le proette proveranno il campo.

Donne di golf

La buca 2 del Golf Club La Serra

Continua a leggere

PGAI Ladies Championship, l’ottava meraviglia di Diana Luna

Più forte anche del maltempo, Diana Luna ha vinto il suo ottavo titolo PGAI Ladies Championship giocando al Feudo D’Asti (Asti). Luna ha chiuso con uno score di sei colpi sotto il par (64-70, 134), tre di vantaggio su Stefania Croce (67-70, 137). La Croce non è un’avversaria a caso: nel Monferrato Diana Luna ha raggiunto la quarta vittoria nelle ultime otto stagioni della gara, proprio come Stefania Croce. Terza Veronica Zorzi (67-73, 140), da tempo lontana dalle gare con un bimbo di 11 mesi e un’attività di maestra al Golf Musella di Verona.

Diana Luna vince il PGAI femminile al GOLF CLUB FEUDO D'ASTI

ASTI – Diana Luna col trofeo PGAI

Continua a leggere

Nuova Zelanda, Diana Luna deve recuperare

Diana Luna ha iniziato al 60° posto con 74 (+2) colpi l’Isps Handa New Zealand Women’s Open, al Clearwater Golf Club (par 72) a Christchurch in Nuova Zelanda. E’ partita a forte andatura la sempre più convincente danese Nicole Broch Larsen, leader con 66 (-6) colpi, ma non è riuscita ad allungare il gruppo. E’ al secondo posto con un colpo di ritardo la francese Justine Dreher (67, -5), sono al terzo con 68 (-4) la scozzese Pamela Pretswell e la transalpina Gwladys Nocera e al quinto con 69 (-3) la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, e l’australiana Cathryn Bristow.
Continua a leggere

Dubai Ladies Masters, Feng inarrestabile Clicca e guarda le foto dall’Emirates

La cinese Shanshan Feng ha realizzato il terzo 67 (-5) consecutivo e con lo score di 201 (-15) ha continuato la sua corsa di testa portando a cinque colpi il vantaggio a un giro dal termine dell’Omega Dubai Ladies Masters, che si sta disputando sul percorso dell’Emirates Golf Club (par 72) a Dubai. Sono undicesime con 214 (-2) Diana Luna risalita di dieci posizioni, e Margherita Rigon, che ne ha recuperate 20, mentre naviga in retrovia Sophie Sandolo, 62ª con 223 (+7). Continua a leggere

Dubai Ladies Masters, Diana Luna sesta

Primo giro in positivo per Diana Luna all’Omega Dubai Ladies Masters: l’italiana è al sesto posto con 69 (-3) nell’ultima gara stagionale del Ladies European Tour che si sta disputando sul percorso dell’Emirates Golf Club (par 72) a Dubai. Diana LunaAltre due le italiane in gara: Margherita Rigon, 42ª con 73 (+1), e Sophie Sandolo, 84ª con 76 (+4).  Il montepremi è di 500.000 euro.

Sono in vetta con 66 (-6) l’inglese Liz Young, 33enne di Southampton, e la spagnola Carmen Alonso, 31enne di Valladolid, entrambe senza titoli nel circuito. Continua a leggere

Weekend azzurro: Paratore il migliore

Andrea PavanTempo di bilanci per un fine settimana particolarmente intenso con decine di azzurri impegnati su più fronti. Ecco un breve resoconto di come sono andate le cose per Paratore, Pavan, Bergamaschi, Ravano, Maestroni, Luna e Rigon

Paratore secondo in Germania – Dopo un combattuto testa a testa Renato Paratore (272, ossia un -16  frutto di  72 63 68 69) ha dovuto cedere strada e titolo al tedesco Yannik Paul (270 – 70 67 66 67, -18) nel 76° German International Amateur Championship. Alla buca 16 l’episodio decisivo con un bogey dell’azzurro, poi Paul ha raddoppiato il margine con un birdie a chiudere.

Pavan ottavo in Russia – Andrea Pavan (nella foto Afp), autore di una bella prestazione, si è classificato ottavo con 280 colpi (73 70 64 73, -8) nel M2M Russian Open, torneo dell’European Tour disputato sul percorso del Tseleevo Golf & Polo Club (par 72), a Mosca. E’ terminato 51° Andrea Maestroni con 291 (72 71 75 73, +3). Ha vinto l’inglese David Horsey (275 – 65 68 70 72. -13), in vetta sin dall’inizio, che dopo aver concluso la gara alla pari con l’irlandese Damien McGrane lo ha battuto con un par alla prima buca di spareggio.

Bergamaschi ottavo in Francia – Ancora un piazzamento in alta classifica per Filippo Bergamaschi, ottavo con 274 (66 66 73 69, -10) e per Nicolò Ravano, 13esimo con 275 (69 68 66 72, -9), nel Continua a leggere