Omega Dubai Desert Classic: occhi su Tiger Woods FOTO

Tiger Woods torna a giocare sull’European Tour: il campione statunitense, dopo il taglio al suo rientro sul PGA Tour al Farmers Insurance Open, è tra i più attesi al via dell’Omega Dubai Desert Classic, in calendario a Dubai, all’Emirates Golf Club. L’anno scorso vinse Danny Willett che da qua spiccò il volo per poi vincere il Masters.

Dubai – Tiger Woods

Continua a leggere

Open Italia: Francesco Molinari vince e fa sognare

di Sauro Legramandi
Twitter: @sauro71

“Erano dieci anni che aspettavo questo giorno”. Sono le prime parole di Chicco Molinari confidate al presidente federale Chimenti poco dopo aver imbucato il putt della vittoria. Esatto: Chicco Molinari ha vinto l’Open d’Italia numero 73, proprio un decennio dopo la sua prima affermazione da professionista a Tolcinasco. Una vittoria maturata giorno dopo giorno, interruzione dopo interruzione e colta proprio all’ultimo putt della settantaduesima e ultima buca.

MONZA – Chicco Molinari in sala stampa dopo la vittoria

Un italiano vincitore nell’Open d’Italia, l’ultimo al Golf Club Milano di Monza e il primo dopo l’assegnazione della Ryder Cup 2022 a Roma: nemmeno il più ottimista nel movimento golfistico azzurro avrebbe osato sognare così in grande solo dodici mesi fa.

A Molinari una prima moneta da 500mila euro e bel salto nel world ranking: il piemontese dovrebbe risalire fino al 45esimo posto. Continua a leggere

Open Italia – Final day

BUCA 18
Chicco Molinari ha vinto l’Open d’Italia (-22)

BUCA 15
Molinari in difficoltà: col secondo colpo è a bordo green, Willett (che ha giocato da una posizione peggiore rispetto a Chicco) è in centro green con il secondo- L’approccio di Francesco però è notevole: si avvicina di molto alla buca. Willett si ferma a un soffio. Chiude in 4, come Francesco che si salva. Ancora un colpo di vantaggio

BUCA 14
Il momento è il più difficile della giornata: alla 14 eagle per Willett, birdie per Molinari. L’inglese si porta a un solo colpo di distanza. Il Masters Champion sembra molto più rilassato rispetto all’italiano: lui, a questo punto, non ha nulla da perdere

MOLINARI PEOPLE
Buca 12, curva da stadio ma tifo correttissimo per Chicco Molinarimolinarigente1

ALLUNGO E TESTA A TESTA
Quando tutto sembrava girare per il meglio ecco il bogey che non ti aspetti: Chicco Molinari dopo aver allungato fino a -22 alla buca 12 ha perso un colpo sulla successiva, riaprendo la gara a Willett. E dire che finora Chicco era stato praticamente perfetto anche dal punto di vista psicologico: in forma, in testa e in allungo davanti a un pubblico da stadio l’azzurro avrebbe potuto mostrare qualche cedimento. Invece no, fino alla 13 appunto. Continua a leggere

Open d’Italia 2016, il golf azzurro all’anno I dopo-Ryder-Cup: nulla sarà come prima Montali: serve un campione da raccontare

di Sauro Legramandi
Twitter: @sauro71

Monza caput mundi. Gran premio di F1, 73esimo Open d’Italia di golf e concerto di Ligabue nel giro di tre settimane e tutto nel parco della Villa Reale. Ma per il golf il caput mundi vale doppio: l’edizione 2016 al Milano è l’anno uno d.R.C, ossia dopo la Ryder Cup in Italia. Con l’assegnazione della sfida intercontinentale datata 2022 nulla nel golf di casa nostra può essere e sarà come prima. Non potrebbe essere altrimenti con una Federazione che ha puntato tutto proprio sull’Open come vetrina del movimento azzurro e dell’organizzazione di casa nostra.

Una delle immagini della campagna promozionale

Continua a leggere

All’Open d’Italia 2016 da Willett a Jimenez Anche l’originale della Ryder Cup al Milano

Col passar dei giorni prende vita il field del 73° Open d’Italia, ultimo al Golf Club Milano (15-18 settembre) prima di passare a Roma. Un addio col botto quello dell’Open a Monza perché per la prima volta (come da accordi per avere la Ryder Cup 2022 in Italia) il montepremi sale fino a 3 milioni di euro: entro il 2027 la cifra arriverà a sette milioni di euro. La manifestazione sarà preceduta mercoledì 14 dalla CheBanca! Pro Am.

MONZA – Danny Willett pratica dal bunker durante l’Open d’Italia 2015

Continua a leggere

Quarta “prima volta in un major” nel 2016 Al PGA Championship vince Jimmy Walker

Altro major e altra prima volta: Jimmy Walker (266 – 65 66 68 67, -14) ha battuto a sorpresa l’australiano Jason Day (267 – 68 65 67 67, -13), n.1 e campione uscente, nel PGA Championship, quarto major stagionale, al Baltusrol GC (par 70) di Springfield nel New Jersey. Walker si porta a casa 1,8 mln di dollari. In rimonta Chicco Molinari, risalito dal 37 al 22esimo posto nel giro finale (276 – 71 70 68 67, -4).

SPRINGFIELD, NJ - JULY 31: Jimmy Walker of the United States celebrates with the Wanamaker Trophy in front of the leaderboard after winning the 2016 PGA Championship at Baltusrol Golf Club on July 31, 2016 in Springfield, New Jersey. Streeter Lecka/Getty Images/AFP

SPRINGFIELD- Jimmy Walker celebra la vittoria con il Wanamaker Trophy davanti al tabellone finale del PGA Championship (foto Afp)

Continua a leggere

US Open 2016: in 156 a caccia della storia In campo anche Matteo Manassero

Il golf si ferma per lo US Open al via all’Oakmont Club (Pennsylvania): per il secondo major dell’anno in campo 156 giocatori provenienti da 23 Paesi, in pratica il meglio in circolazione in tutto il mondo. Un solo italiano, Matteo Manassero (assente dal 2013) che ha strappato il biglietto di sola andata nelle qualifiche del Walton Heath Golf Club in Inghilterra. Il montepremi è di dieci milioni di dollari.

OAKMONT, PA - JUNE 15: Jordan Spieth of the United States plays a bunker shot during a practice round prior to the U.S. Open at Oakmont Country Club on June 15, 2016 in Oakmont, Pennsylvania. Rob Carr/Getty Images/AFP

OAKMONT – Jordan Spieth esce dal bunker in un giro di prova (foto Afp)

Continua a leggere

Wood vince il BMW PGA, Morrison una i8 Paratore miglior azzurro, tracollo per Dodo

Per un solo colpo di distacco Chris Wood ha vinto il titolo del BMW PGA Championship, gara dell’European Tour giocatasi al Wentworth Club di Virginia Water, in Inghilterra: l’inglese (279 – 72 70 68 69, -9) ha battuto Rikard Karlberg (280, -8), vincitore dell’ultimo Open d’Italia, arrivato in club house con largo anticipo dopo una rimonta dal 28° posto, grazie a un 65 (-7) con tanto di hole-in-one. Al terzo con 281 (-7) l’inglese Danny Willett. Al vincitore un assegno da 833.330 euro su un montepremi di 5 milioni.

England's Chris Wood poses with the trophy after winning the golf PGA Championship at Wentworth Golf Club in Surrey, south west of London, on May 29, 2016. / AFP PHOTO / BEN STANSALL

VIRGINIA – Chris Wood in posa con il trofeo del BMW PGA: per lui è il terzo titolo nel circuito, dopo quelli nel Qatar Masters (2013) e nel Lyoness Open (2015) – (foto Afp)

Continua a leggere

Vigevano Open, Julien Clement da record Scozia: Paratore passa, Manassero no

Grande spettacolo nel Vigevano Open Alps Tour, in svolgimento sul percorso lombardo (par 70). Sono in testa con 127 (-13) l’inglese Matt Wallace (65 62) e lo svizzero Julien Clement (68 59), autore di un secondo round sensazionale (11 colpi sotto par). Al terzo posto con 130 (65 65; -10) Andrea Bolognesi, che cercherà di inserirsi nella corsa al titolo.
In quarta posizione con 131 (62 69; -9) il belga Guillaume Watremez, seguito al 5°posto con 132 (-8) da Lorenzo Magini (68 64) e dal francese Franck Daux (68 64).

Julien Clement (foto Bellicini)

VIGEVANO – Julien Clement (foto Bellicini)

Continua a leggere

Willett, Masters dedicato a un figlio già nato Ma che crollo per Spieth: un par 3 in 7 !

Danny Willett ha vinto l’Augusta Masters 2016, entrando prima nell’Olimpo del golf mondiale poi nella top ten del World Ranking (oggi è nono). L’inglese di Sheffield deve ringraziare due persone per la storica affermazione: uno è Jordan Spieth che, leader indiscusso del torneo fino alla buca 12 del quarto giro, è andato completamente in tilt. L’altro è Zacharias James Willett, il secondogenito di Danny che, secondo natura e medici avrebbe dovuto venire al mondo proprio domenica 9 aprile: lui invece ha voluto fare un regalo a papà e mamma Nicole, anticipando il primo vagito e consentendo a papà di volare in Georgia, vincere e incassare una prima moneta da 1,8 milioni di dollari.

England's Danny Willett (L) smiles wearing the Green Jacket as US golfer Jordan Spieth looks on at the end of the 80th Masters Golf Tournament at the Augusta National Golf Club on April 10, 2016, in Augusta, Georgia. England's Danny Willett won the 80th Masters at Augusta National on Sunday for his first major title. He was trailing defending champion Jordan Spieth by five strokes around the turn, but stormed down the back nine to overhaul the American. Willett is the first Englishman since Nick Faldo 20 years ago to win the Masters and only the second all-time. / AFP PHOTO / Nicholas Kamm

AUGUSTA – Danny Willett indossa la Green Jacket. Dietro di lui il campione uscente  Spieth con un’espressione emblematica (Foto Afp)

Willett, 28 anni, quattro titoli in Europa e un sesto posto come miglior piazzamento in un major (il British Open), deve riconoscere che la sua gara è stata perfetta ma anche che il black out di Spieth ha reso possibile il suo trionfo. Lo statunitense aveva iniziato il giro finale a -3 mentre Danny era a +3. Dopo aver guadagnato ancora un colpo nelle prime nove,  il primo cedimento del campione Usa alla 10 e alla 11 proprio dove Willett aveva marcato due birdie. Il crollo alla 12, un par 3 chiuso in sette colpi quando…

Masters - Spieth chiude sconsolato

Immagine 1 di 5

Tocca al caddie Michael Greller aiutare il campione Usa a non abbattersi


Continua a leggere