L’intervista – Francesco Laporta: dal ‘forza Inter’ con Chicco alle emozioni tenute dentro

di Sauro Legramandi – @Sauro71
E’ il giocatore del momento: Francesco Laporta si racconta al nostro blog ripercorrendo la meravigliosa stagione sul Challenge Tour, spiegando come si allena e cosa ha provato dopo le sue prime vittorie da professionista.

Francesco Laporta

Francesco Laporta

Ripartiamo dal nome. Francesco Laporta ha molto in comune con Francesco Molinari, a partire dalla fede calcistica.
“Esatto, sono interista come lo è lui. Ieri (lunedì, ndr) ci siamo sentiti e mi ha fatto i complimenti. Poi abbiamo parlato di calcio e alla fine ci siamo salutati come al solito, con un bel forza Inter. Siamo amici e ci sentiamo spesso, mi scrive per sapere come va. Lui è anche venuto da me a giocare in vacanza”. Continua a leggere

Francesco Laporta vince il Challenge Tour: l’importanza di chiamarsi Francesco

Da un Francesco Molinari ad un Francesco Laporta. Il primo, soprannominato Chicco, nel 2018 ha vinto praticamente tutto e la Race to Dubai, l’ordine di merito dello European Tour. Il secondo, soprannominato Lapo, nel 2019 ha vinto tanto e la Road to Mallorca, l’ordine di merito del Challenge Tour.

Francesco Laporta

Francesco Laporta (Foto Challenge Tour)

Continua a leggere

Ottobre magico per Francesco Laporta: vince l’Hainan Open e prende la carta per il Tour

Settimana da incorniciare quella di Francesco Laporta: dopo il brillante settimo posto all’Open d’Italia, il 29enne pugliese ha finalmente vinto la sua prima gara sul Challenge Tour. L’italiano ha trionfato dall’altra parte del mondo, sull’isola cinese di Hainan. Il percorso è quello di Sanya Luhuitou (par 72), a Sanya.

Francesco Laporta.

Francesco Laporta.

Continua a leggere

Golf senza frontiere: le storie di Niemann, Meronk e Hovland

E’ un golf senza frontiere quello emerso in questi giorni dai circuiti pro. “Ci sono un cileno, un polacco e un norvegese che giocano a golf”. Sembra l’incipit di una barzelletta d’epoca invece un cileno, un polacco e un norvegese che giocano ad altissimi livelli ci sono per davvero.

Niemann, Hovland e Meronk (foto Afp)

Niemann (foto Afp), Hovland (foto Afp) e Meronk (Octávio Passos/GolfTattoo)

Continua a leggere

Perde tutte le palline da golf e non finisce la gara: il pro Clément Berardo squalificato

Siamo tutti Clément Berardo. Vien proprio voglia di dirlo ad alta voce dopo aver appreso delle vicissitudini di questo professionista francese 32enne. La sua è una storia di umanità golfistica, una vicenda che mostra il vero volto del golf.

Clèment Berardo (foto Facebook).

Clèment Berardo (foto Facebook).

Continua a leggere

Lorenzo Gagli vince il Barclays Kenya Open

Risuona l’inno italiano in Kenya undici anni dopo l’affermazione di Dodo Molinari: Lorenzo Gagli ha vinto il Barclays Kenya Open al playoff. Per l’italiano si tratta della prima affermazione sul Challenge Tour. A lui l’onore di indossare la “red jacket”. “Il playoff è stato davvero difficile – ha detto –  Non è il massimo vincere su un errore dell’avversario, ma il golf è anche questo.  La vittoria mi dà molta fiducia per affrontare la stagione”.

Lorenzo Gagli

NAIROBI Lorenzo Gagli durante la premiazione

Continua a leggere

Lorenzo Gagli non passa in Oman: per ora niente carta European Tour

Doveva arrivare nei primi cinque per cambiare tour nel 2018. Lorenzo Gagli invece si è fermato al 19esimo posto con 284 (70 72 70 72, -4) colpi nel NBO Golf Classic Grand Final, ultima gara del Challenge Tour. Nulla è perduto: per Gagli resta la strada della finale della Qualifying School dell’European Tour (a Tarragona dall’11 al 16 novembre).

Lorenzo Gagli

Lorenzo Gagli in un’immagine di repertorio (foto Bellicini)

Continua a leggere

Lorenzo Gagli secondo in Francia: a Lumbres vince Guerrier

Acuto azzurro in Francia: Lorenzo Gagli ha chiusto al secondo posto con 278 colpi (70 69 69 70, -6) l’Hauts de France Golf Open, disputato sul percorso dell’Aa Saint-Omer GC (par 71), a Lumbres. La gara era valida per il Challenge Tour. L’italiano si è giocato la vittoria fino all’ultima buca: alla fine ha trionfato il francese Julien Guerrier (277 colpi, 70 70 67 70, -7).

Lorenzo Gagli i

Lorenzo Gagli in uno scatto d’archivio (Foto Bellicini)

Continua a leggere