Challenge Tour, Alessandro Tadini chiude ottavo – Vince Ryan Evans

Ruggito in Turchia di Alessandro Tadini: l’italiano ha chiuso ottavo con 277 colpi (68 66 70 73, -11) il Turkish Airlines Challenge (Challenge Tour). Al Gloria GC (par 72), a Belek ha vinto Ryan Evans (267 – 66 66 64 71, -21). L’inglese ha lasciato a quattro colpi l’altro protagonista, il finlandese Tapio Pulkkanen (271, -17) in vetta nei primi due turni. Al vincitore un assegno di 32.000 euro su un montepremi di 200.000 euro.

Alessandro Tadini

Alessandro Tadini in un’immagine di repertorio

Continua a leggere

#ItalianProTour via con il Nazionale Open In campo anche Manassero, Tadini e Gagli

Torna l’Italian Pro Tour con le sue undici emozionanti gara in giro per lo Stivale. Primo appuntamento sarà il Campionato Nazionale Open, la competizione più antica della FIG in programma al bolognese Le Fonti dal 6 al 9 aprile. La 77esima edizione del torneo vedrà Marco Crespi, Alessandro Tadini, Matteo Manassero, Matteo Delpodio e Lorenzo Gagli. In generale in questi dieci anni l’Italian Pro Tour può vantare numeri che ne certificano lo spessore: oltre 90 gare organizzate, 11.000 professionisti in campo con 8.000 giocatori stranieri impegnati nel circuito. Soltanto nel 2015 sono stati 894 i professionisti che si sono contesi il montepremi complessivo di 1.930.000 euro.

Matteo Manassero (Foto Scaccini)

Matteo Manassero (Foto Scaccini)

 

Il calendario – Con l’introduzione del Senior Open e del PGAI Championship, il calendario si compone, come detto, di ben 11 tappe, compresi due tornei del Challenge Tour e cinque gare dell’Alps Tour. Grande attesa per la 73esima edizione dell’Open d’Italia, che verrà disputato nuovamente al Golf Club Milano dal 15 al 18 settembre.

Il Campionato Nazionale Open – Saranno 120 i partecipanti (107 professionisti) a prendere parte alla prima gara ufficiale: scenderanno in campo anche molti dei migliori amateur del panorama nazionale. Si giocherà sulla distanza di 72 buche, suddivise in 4 round da 18. Dopo i primi due giri resteranno in gara i primi 40 classificati e i pari merito. Continua a leggere

Qualifying Asian, ok Delpodio e Tadini

Sui due percorsi dell’Imperial Lakeview (par 71) e dello Springfield Royal Country Club (par 71), a Hua Hin in Thailandia, è iniziata la finale della Qualifying School dell’Asian Tour dove Matteo Delpodio è al 37° posto con 69 colpi e Alessandro Tadini al 105° con 72 (+1). E’ in vetta con 63 (-8) il coreano Yikeun Chang, seguito da due statunitensi, Kevin McLister, secondo con 64 (-7), e Tom Johnson, terzo con 65 (-6).

Sullo Springfield Royal hanno giocato i due azzurri con Matteo Delpodio autore di cinque birdie e di tre bogey e con Alessandro Tadini che ha messo insieme quattro birdie, tre bogey e un doppio bogey.
Continua a leggere

Nazionale Open, Alessandro Tadini vince in rimonta

Alessandro Tadini ha vinto con 281 colpi (74 69 68 70, -7) il Campionato Nazionale Open – Memorial Cavaliere del Lavoro “Gin” Noberasco : è il terzo titolo conseguito in questo torneo dal 42enne piemontese, dopo quelli siglati nel 2009 e nel 2012, arrivato con una gran rimonta finale che gli ha permesso di sorpassare Andrea Perrino (-6), al quale rendeva tre colpi alla partenza per il giro finale.

Alessandro Tadini premiato

Alessandro Tadini

Terzo posto meritato per Andrea Maestroni con 283 (-5), leader nei primi due turni, e ottima prestazione del dilettante Luca Cianchetti, vent’anni da compiere, portacolori del Modena G&CC e da tre anni nella nazionale azzurra, quarto con 284 (-4).

Hanno recuperato nel finale Nino Bertasio ed Continua a leggere

Weekend nero per tre azzurri

Weekend da spettatori per i professionisti italiani impegnati sul PGA e sull’European tour. Francesco Molinari, 111° con 149 colpi (+7) non ha superato il taglio nel Northern Trust Open  in svolgimento sul percorso del Riviera (par 71) a Pacific Palisades, in California.  Nell’Hero Indian Open invece, evento organizzato in collaborazione tra European Tour e Asian Tour  in svolgimento sul percorso diDelhi  (par 71), a Nuova Delhi, sono usciti al taglio dopo 36 buche Alessandro Tadini, 70° con 145 (+3) e out per un colpo, e Andrea Pavan 125° con 153 (+11).  Continua a leggere

South African Open, Tadini miglior azzurro

Alessandro Tadini, con un parziale di 68 (-4) colpi – uno dei migliori punteggi di giornata –  e con il totale di 139 (-5), è salito dal 28° al sesto posto nel 104° South African Open Championship.

Alessandro Tadini

Alessandro Tadini

Hanno rimontato anche Renato Paratore, da 41° a 24° con 143 (-1), e Andrea Pavan, da 79° a 44° con 145 (+1), mentre è scivolato Edoardo Molinari (69 76), stesso, score, che era decimo dopo un turno.

E’ rimasto solitario in vetta con 136 (-8) l’inglese Andy Sullivan, tallonato dal sudafricano Charl Schwartzel (-7), uno dei due giocatori più attesi dai sostenitori locali insieme ad Ernie Els, che ha però li ha delusi, precipitando dal terzo al 34° posto con 144 (par) dopo Continua a leggere

Gli azzurri tornano in campo in Sudafrica

Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Alessandro Tadini e Renato Paratore sono ai blocchi di partenza del 104° South African Open Championship (8-11 gennaio), organizzato in collaborazione tra European Tour e Sunshine Tour e in programma sul tracciato del Glendower Golf Club a Ekurhuleni, a Johannesburg. 

Giorgio De Filippi

Giorgio De Filippi

Altri sette giocatori italiani saranno impegnati nella pre-qualifica che si svolgerà il 6 gennaio in tre campi con la partecipazione complessiva di 363 concorrenti.

Sei proveranno a qualificarsi sui due tracciati di Centurion: Alessandro Grammatica, Carlo Guaraldi e Lorenzo Magini allo Zwartkop Country Club (123 al via), Aron Zemmer, Francesco Laporta e Lorenzo Coppini all’Irene Golf Club (119 concorrenti), mentre Giorgio De Filippi sarà impegnato al Kempton Park GC (121 partenti) nella città da cui il circolo prende il nome.

E’ al debutto stagionale Continua a leggere

Paratore, Pavan e Tadini conquistano la carta per l’European Tour 2015

Una bella notizia che “svolta” la stagione del golf azzurro: Renato Paratore terzo con 412 colpi (-16), Andrea Pavan, 18° con 420 (-8) e Alessandro Tadini, 25° con 421 (-7), hanno superato brillantemente il Final Qualifying Stage, al PGA Catalunya Resort di Girona in Spagna, conquistando una ‘carta’ per l’European Tour 2015, dove nel prossimo anno vi saranno sette azzurri. Infatti il terzetto si unità ai fratelli Molinari, a Matteo Manassero e a Marco Crespi.

I record di Paratore – A Girona si è imposto il finlandese Mikko Korhonen con 408 colpi (-20 ) davanti al 45enne argentino Ricardo Gonzalez (-18), costretto a tornare alla Qualifying School dopo un’annata difficile, ma nel cui curriculum figurano quattro titoli in una lunga carriera. Entrambi hanno superato nel giro finale Paratore, leader dopo 5 turni, più giovane concorrente in gara (17 anni e 336 giorni) e uno dei pochi ad essere passato direttamente dallo status di dilettante all’European Tour, impresa che era riuscita anche a Francesco Molinari (2004).

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK

GIOCO A GOLF PERCHE’ – SCRIVILO AL NOSTRO BLOG Continua a leggere

Tadini quinto a Dubai ma non basta

Alessandro TadiniAlessandro Tadini ha condotto un’ottima gara e si è classificato al quinto posto con 284 colpi (71 75 67 71, -4) nel Dubai Festival City Challenge Tour Grand Final, ultimo evento nel calendario del Challenge Tour, ma non è bastato per assicurargli una delle 15 ‘carte’ per l’European Tour 2015 assegnate ai migliori dell’ordine di merito.

Rimarrà, dunque, nel secondo circuito continentale insieme a Niccolò Quintarelli, 42° con 301 (74 75 73 79, +13), e a Matteo Delpodio, 43° con 307 (72 78 77 80, +19), che come il piemontese erano tra i primi 45 della money list (divenuti 44 per la defezione del tedesco Florian Fritsch) ammessi al torneo.

Sul percorso dell’Al Badia GC (par 72), a Dubai, ha vinto con 276 colpi (70 69 68 69, -12) Benjamin Hebert, 27enne francese di Brive al terzo titolo stagionale. Lo avesse conquistato prima sarebbe salito direttamente nell’European Tour, sfruttando l’apposita norma come gli era già accaduto ad agosto del 2011. Tornerà comunque nel circuito maggiore grazie alla sua seconda posizione nella money list.