Informazioni su Sauro Legramandi

L'idea di "Golfando" è di Sauro Legramandi, giornalista di Tgcom24.it. testata multimediale del gruppo Mediaset. Da maggio 2014 posta news e foto su questo blog. Contatti: E.mail: golftgcom@gmail.com Facebook: https://www.facebook.com/groups/golfando/ Twitter: @golftgcom Redazione NewsMediaset-Tgcom24.it - Viale Europa 44 Cologno Monzese (MI)

Augusta Masters, dal dramma Garcia all’allungo di Spieth

Un Augusta Masters non per deboli di cuore quello iniziato all’Augusta National. In un solo giro abbiamo visto la resa sportiva del defending champion Sergio Garcia (ha chiuso in 13 un par 5), la rimonta di Spieth (primo), un buon Tiger Woods e un Molinari capace di tirar fuori le unghie dopo la partenza in salita.

Augusta Sergio Garcia

AUGUSTA Uno sconsolato Sergio Garcia sulla buca 16 dopo lo shock della 15 (foto Afp)

Continua a leggere

Augusta Masters, cinque campioni e cinque buone ragioni per vincere

Può una giacca monopetto verde dal costo di 250 dollari essere il sogno segreto di professionisti abituati a gareggiare per assegni da un milione di dollari e oltre? La risposta è sì. Sì, se quella è la green jacket che domenica verrà indossata dal trionfatore dell’Augusta Masters.

Masters Francesco Molinari

AUGUSTA Francesco Molinari pratica dal tee della 9 (foto Afp)

Continua a leggere

Augusta Masters, al via anche il pompiere Matt Parziale

Il sogno americano colpisce ancora. Giovedì al via dell’Augusta Masters (la gara di golf più importante al mondo con il British Open) ci saranno il campione in carica Sergio Garcia, il numero uno del ranking Dustin Johnson, un ritrovato Tiger Woods (quattro vittorie in Georgia) e l’italiano Francesco Molinari. Quindi McIlroy, Mickelson, Watson, Rose, Rahm, Stenson, Spieth… E poi Matt Parziale. Chi è mai costui? Un pompiere professionista.

Matt Parziale

Matt Parziale (foto Usga.com)

Continua a leggere

A Houston vince Ian Poulter: ora vola all’Augusta Masters

A volte ritornano. Dopo Mickelson (vincitore del WGC Championship dopo cinque anni di digiuno) e Rory McIlroy (Arnold Palmer Invitational dopo due anni a bocca asciutta) è toccato ad Ian Poulter interrompere la serie negativa. L’inglese ha vinto al playoff lo Houston Open, conquistando anche il biglietto di sola andata per l’Augusta Masters del prossimo weekend. Ian non vinceva da sei anni: accadde al WGC-HSBC Champions, novembre 2012.

Ian Poulter

HUMBLE Ian Poulter è tutto in questa foto, scattata qualche istante dopo il playoff (foto Afp)

Continua a leggere

Francesco Molinari: “Sognare il Masters non costa nulla. Tiger? E’ come Valentino Rossi”

Inutile nasconderlo: nella mente di Francesco Molinari c’è un major. Il numero uno del golf italiano lo ammette a pochi giorni dal Masters di Augusta: “Sognare la green jacket non costa nulla – rivela – ma poi bisogna fare i conti con la realtà. Sto lavorando duramente per farmi trovare pronto. Questo torneo è come Wimbledon”.

Continua a leggere

Malagò al Golf Club Livorno: “Impianto sorprendente” – Chimenti: inversione di tendenza

Ospite illustre al Golf Club Livorno: nel percorso toscano ha fatto infatti visita Giovanni Malagò. Il presidente del Coni ha visto di persona il campo realizzato nel progetto 50 Ryder Compact Biogolf: “E’ un impianto sorprendente, per come è stato realizzato, e per dove è stato realizzato”.

Golf Club Livorno Continua a leggere

Golf: Margaret Ives Abbott, oro olimpico nel 1900 a sua insaputa

Quello che segue è un post scritto appositamente per i lettori di “Golfando”. A raccontare la vicenda di Margaret Ives Abbott è Adriana Balzarini, una professoressa di Verbania che scrive storie di donne e che legge la nostra pagina social. A lei il mio più sincero grazie. (s.l.)

Questa è la storia di Margaret Ives Abbott, una ragazza americana di 22 anni che, nel 1900, era a Parigi per motivi di studio. S’iscrisse alla gara femminile di golf alle Olimpiadi in compagnia di sua madre. Margaret vinse ma non seppe mai di essere stata la prima campionessa olimpica della storia. Lei mori’ nel 1955. Quella gara fu riconosciuta come torneo olimpico decenni dopo. Il primo oro olimpico del golf femminile fu così riabilitato post mortem.Margaret Iver Abbott Continua a leggere