Augusta National Women’s Amateur, Caterina Don passa il taglio

Il sogno Augusta National Women’s Amateur continua solo per Caterina Don: la piemontese è l’unica delle quattro moschettiere azzurre ad aver passato il taglio in Georgia. La Don, nel secondo giro, è risalita dalla ventunesima posizione all’undicesima (145 colpi, +1), frutto di quattro birdie e altrettanti bogey.

Caterina Don

Molto da recriminare con la dea bendata ce l’avrà Alessia Nobilio, uscita dopo uno spareggio con altre dieci concorrenti con il medesimo score (147). Alessandra Fanali, 32ª con 148 (70 78, +4) e Virginia Elena Carta, 52ª con 153 (79 74, +9).

Tutte proveranno comunque nelle prossime ore il prestigioso fairway di Magnolia Lane. Solo trenta vi giocheranno sabato (ore 18 su Sky). Tra queste la favorita, Jennifer Kupcho che ha continuato a dare spettacolo. L’americana, dopo due giri (139, -5) è da sola al comando della classifica tallonata dalla messicana Maria Fassi, seconda con 140 (-4), tra le favorite della vigilia. Match quindi stellare domani in Georgia dove la prossima settimana (11-14 aprile) i fenomeni del golf maschile si contenderanno la Green Jacket nel primo major 2019.

A puntare in alto sono anche altra americane, come Sierra Brooks e Kaitlyn Papp, entrambe terze come la thailandese Pimnipa Panthong (141, -3). Chance anche per la giapponese Yuka Yasuda (142, -2) e la statunitense Zoe Campos (143, -1 e leader dopo il primo round con la Kupcho), rispettivamente in sesta e settima posizione.

Le parole di Caterina

“Ho iniziato con due bogey nelle prime tre buche e con una palla tra gli alberi alla quarta, dove però sono riuscita a salvare un buon par che mi ha dato morale che recuperare i colpi persi. Sono molto contenta di aver passato il taglio e poter giocare sabato sull’Augusta National Women’s Amateur ed è stato veramente un onore per me poter vestire la maglia azzurra in questa occasione. Debbo ringraziare la Federazione Italiana Golf che ci aiuta e ci sostiene in tutti i modi, anche con un ottimo staff tecnico, e ci mette nelle condizioni migliori per poterci esprimere al meglio”.

Golf news 2019 da campi e circoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *