Golf, Hosung Choi vince sul Japan Tour con il suo “swing da pescatore” VIDEO

Avviso a maestri di golf e professionisti mancati: guardare Hosung Choi nuoce gravemente al vostro swing. Per tutti gli altri invece è un incentivo a credere nelle proprie possibilità golfistiche.

Hosung Choi

Hosung Choi al termine di uno degli swing che l’hanno reso celebre

Hosung Choi è un professionista sudcoreano di 45 anni che fino a 48 ore fa era conosciuto solo per il suo pittoresco swing. Intendiamoci sul concetto di solo: da diversi mesi i social e le testate specializzate gli riservano un’attenzione molto particolare. In giro per la Rete si trovano sequenze video con i suoi tee shot e anche scatti fotografici che documentano frame dopo frame il suo modo di colpire la palla. Sicuramente troppa popolarità per l’ormai ex numero 351 al mondo. Qualcuno ha ribattezzato il movimento lo swing del pescatore: le movenze sembrano ricordare proprio il momento in cui il filo e amo della canna da pesca vengono lanciati in acqua. Lui, di sicuro, ci marcia: contatti e passaparola su social e uscite sui media significano visibilità che a sua volta significa sponsor. Quindi lungi da lui intervenire sullo swing e avvicinarsi a quello ritenuto standard.

Qua sotto uno dei video che girano sui social: le immagini stavolta possono spiegare molto più delle parole.

Il backswing di Hosung Choi è ok ma…

Eppure secondo più di un tecnico, il suo swing non è così male. A trarre in inganno è la posizione che Choi assume durante il movimento: il corpo sembra non mirare nella stessa direzione della faccia del bastone. Sembrano quasi due corpi estranei. 

Il backswing – spiegano gli esperti americani – convince: quando inizia la discesa il peso si sposta correttamente sui piedi e il corpo inizia la roteazione. Gli addetti ai lavori salvano tutta questa fase chiamata sequencing. A sollevare ilarità e curiosità è il cosiddetto follow-through: Choi gira, “danza” su un piede e si lascia andare a una chiusura molto coreografica, risultante di un mix tra nervosismo e talento.

La rivincita

Hosung Choi

Hosung Choi scherza dopo la premiazione.

Morale della favola: con quel suo modo di colpire la pallina, Hosung Choi ha fallito di un soffio la qualifica all’Open Championship 2018 ma ha vinto nei giorni scorsi la sua seconda gara da professionista. Il sudcoreano ha infatti trionfato sul Japan Golf Tour, vincendo il Casio World Open sul percorso nipponico del Kochi Kuroshio Country Club.

A lui un assegno da 354mila dollari e un meritato balzo nel World Ranking: Hosung Choi oggi è il numero 209 al mondo, settimana scorsa il 351, ad inizio stagione il 574.

Segui la pagina Facebook di Golfando e iscriviti al gruppo. Oppure seguici su Twitter: @golftgcom

I post del maestro di golf Ferruccio Crotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *