Chef In Green 2018: drive, putt e forchetta a Tolcinasco

Finale di stagione a Tolcinasco per l’edizione 2018 di Chef In Green. L’appuntamento in campo e in tavola è per lunedì 5 novembre, in quella che si presenta come una giornata a tutto gusto ricca di emozioni.

Chef in green

“Chef in green” in una delle recenti uscite

Per chi non lo sapesse Chef In Green è una sfida itinerante lungo tutta l’Italia che ha visto sfidarsi prima sul green e poi dilettarsi ai fornelli l’eccellenza della ristorazione italiana. Così, chef e sommelier – quasi tutti neofiti del golf – hanno dato prova di grande concentrazione nel gioco. Si tratta della stessa attenzione e concentrazione che sono abituati ad avere quotidianamente in cucina e in sala

La manifestazione, ideata e guidata da Roberta Candus, direttore di Golf & Gusto ed esperta del mondo della ristorazione, nasce nel 2015. Il desiderio era quello di unire il gioco del golf e il food d’eccellenza, invitando a sfidarsi su alcuni tra i più bei green italiani ristoratori, albergatori e operatori del settore.

Chef In green, chi ci sarà

Oltre trenta chef provenienti da cucine prestigiose saranno presenti e prenderanno parte a quest’ultima gara al termine della quale, dopo un veloce cambio d’abito, si terranno speciali showcooking, degustazioni enogastronomiche e la cerimonia di premiazione.

Apice della serata la cena gourmet a più mani che si terrà presso il ristorante del castello e che coinvolgerà sette grandi chef. Tra loro Filippo Sinisgalli, Giuseppe Lo Presti, Cristian Benvenuto e Bernard Fournier.

Chef in green

Nuvoloni sul Castello di Tolcinasco

Chef In green, menù ed “autori”

L’aperitivo
Bernard Fournier
(Chef patron del ristorante “Da Candida” a Campione d’Italia, cultore di foie gras)
• Uovo, pane, Parmigiano Reggiano vacche rosse e pomodoro

Francesco Manograsso
(Chef design del ristorante “Palazzo di Varignana”, Castel San Pietro Terme)
• Millefoglia di zucca laccata con il miele di castagno, ricotta di capra alla santoreggia e rapa rossa

Cristian Lodi
(Bartender ed esperto di mixology, patron del cocktail bar “Milord Milano”)
• Cocktail: Il Conte Negroni sul sofà – Gin, infuso ai frutti rossi, Campari, vermouth, sciroppo di camomilla

La cena
Giuseppe Lo Presti
(Head Chef a “Il Casale”, località Grimoli a Cavriglia – Arezzo, tra i consigliati da  Michelin 2018).
• Mojito – Battuta di mazzancolla, lime e menta, paté de foie gras, perlage di aceto balsamico

Cristian Benvenuto
(Chef e Patron del ristorante “La Filanda” a Macherio, Monza).
• Cannolo di gambero

Filippo Sinisgalli
(Executive Chef de “Il Palato Italiano” di Bolzano)
• Ravioli del plin all’Alfredo – Triplo burro, gelato sgranato alla salvia e sugo d’arrosto

Alessandro Donadello e Christian Turra
(Chef de “Un Mare di Neve Sea food & Vegetarian Restaurant” all’interno dell’albergo Aux Pieds Du Roi)
• Risotto al limone, pomodorino del Piennolo e cappero disidratato

Tommaso Mandorino
(Executive Chef de “Il Tolcino, restaurant & louge”)
• Filetti di rombo chiodato, vellutata di carota di Polignano, cicoriella dolce e cipolla di Acquaviva caramellata

Matteo Cocchetti Pastry
(Chef “Pasticceria Roberto” di Erbusco, Brescia).
• Dessert


Segui la pagina Facebook di Golfando e iscriviti al gruppo. Oppure seguici su Twitter: @golftgcom

Pillole dai campi: appuntamenti e golf news dai green italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *