Sempre più in alto: il Cervino Open all’amateur Giacomo Fortini

Va all’amateur Giacomo Fortini il Cervino Open, torneo dell’Alps Tour e sesta tappa stagionale dell’Italian Pro Tour Banca Generali Private. La gara si è giocata sul percorso più in alto nella penisola e uno dei più alti d’Europa (m. 2.050).

Giacomo Fortini in azione al Cervino Open

Giacomo Fortini in azione al Cervino Open

L’italiano ha chiuso in 195 colpi (67 60 68, -9). Dietro di lui l’austriaco Timon Baltl con 196 (-8), seguito da Michele Cea, terzo con 197 (-7) al pari dell’inglese Benjamin Wheeler e dei francesi Xavier Poncelet e Louis Cohen Boyer.

Fortini, in quanto dilettante, ha dovuto lasciare al secondo classificato l’assegno da 5.800 euro destinato al vincitore.

L’italiano festeggia così il primo titolo sull’Alps Tour e porta ad undici il numero di successi italiani nei tornei professionistici internazionali nel 2018. Si conferma la competitività degli azzurri sul terzo circuito europeo con la quarta affermazione stagionale dopo quelle di Michele Cea (Ein Bay Open), Guido Migliozzi (Memorial Giorgio Bordoni) e Andrea Saracino (Des Iles Borromées Open).

Giacomo Fortini ha scoperto il golf a sette anni frequentando il campus estivo del CUS Ferrara, circolo nel quale ha poi continuato la sua attività golfistica con numerose esperienze a livello giovanile. Tra queste spicca il terzo posto agli Europei a Squadre 2017. Il ventiduenne estense ha conquistato la prima vittoria della sua carriera grazie ad una grande solidità mentale dimostrata nei due birdie finali arrivati dopo un bogey e doppio bogey che gli avevano fatto perdere la leadership.

Giacomo Fortini: ancora un anno da amateur

Giacomo Fortini

“E’ andata alla grande, ho disputato tre ottimi giri” ha spiegato Giacomo Fortini. “Nelle ultime diciotto buche ho avvertito un po’ più di pressione, ma sono stato bravo a gestirla nella parte finale della gara. Questo successo per me ha un sapore speciale non avendo mai vinto un torneo di alto livello in ambito dilettantistico. Mi godo questo risultato ma rimango convinto che per la mia carriera sia meglio disputare un’altra stagione da dilettante prima di tentare il passaggio al professionismo” ha concluso il ventiduenne.

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo.

Pillole dai campi: appuntamenti e golf news dai green italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *