Shot Clock Master, Andrea Pavan fra i primi puniti per gioco lento -VIDEO

C’è un italiano tra le prime “vittime” del Shot Clock Master, innovativa gara dello European Tour sul percorso austriaco di Diamond (par 72), ad Atzenbrugg. Andrea Pavan è infatti uno dei tre penalizzati di giornata per il gioco lento.

Andrea Pavan in una foto di repertorio: oggi in gara allo Shot Clock Master.

Andrea Pavan in una foto di repertorio.

Per chi non lo sapesse quello in Austria è un esperimento per accorciare i tempi di una gara di golf fra professionisti (e renderla quindi più appetibile a tv e Internet). I giocatori hanno tempi ben determinati per ogni colpo: chi sfora subisce un colpo di penalità. Ad esempio per il tee shot e il colpo di avvicinamento sono previsti 50 secondi. Il tempo a disposizione scende a 40 secondi per il chip e per il putt. Si tratta di un’innovazione che piace a molti pro, come dissero Francesco Molinari, Paratore e Scalise al nostro blog.

Andrea Pavan ha chiuso con un birdie il suo terzo giro ma la gioia è durata poco visto che il cronometro piazzato a bordo green segnalava un +2. Due secondi di troppo e un colpo in più per l’azzurro che ha così chiuso in 29esima posizione con 213 colpi (70 70 73, -3). Uno in più l’altro italiano rimasto in gara, Lorenzo Gagli, 38esimo con 214 (71 69 74, -2).

Gli altri giocatori puniti sono stati Grant Forest (43 secondi per un putt alla 15) e Clemens Prader (54 secondi per puttare sulla 6).

Shot Clock Master, la classifica

In classifica ha allungato il passo il finlandese Mikko Korhonen (203 – 68 67 68, -13). Sono diventati cinque i colpi di vantaggio sul sudafricano Justin Walters (208, -8) e a sei su otto concorrenti al terzo posto con 209 (-7) tra i quali lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, lo svedese Peter Hanson e il cinese Ashun Wu.

Mikko Korhonen, 38enne di Mantsala senza titoli in entrambi i tour continentali, ha realizzato quattro birdie per il 68 (-) e non ha segnato bogey sulle prime 54 buche.

Andrea Pavan ha preso 16 posizioni con un 73 (+1) dovuto a due birdie e a tre bogey. Gagli è arretrato di 25 con quattro birdie, altrettanti bogey e un doppio bogey per il 74 (+2).  Allo Shot Clock Master è uscito al taglio Francesco Laporta mentre si è ritirato Nino Bertasio perché non in perfette condizioni fisiche.

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo.

IMBUCATO Il selfie del golf – 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *