Francesco Molinari, numero 20 al mondo ma con i piedi ben fissati a terra

Wentworth, the day after. Chissà come si sarà svegliato oggi Francesco Molinari. Chissà se avrà dormito dopo quattro giorni tiratissimi a Virginia Water, fortunatamente non molto lontani dalla Londra dove risiede. Oggi Francesco avrà il tempo di salutare la famiglia, assaporare il ventesimo posto nel World Ranking (era 32esimo), dare una sbirciata ai social e poi dovrà partire per l’Italia.

Francesco Molinari saluta il pubblico dopo la vittoria nel BMW PGA Championship (foto Afp).

Francesco Molinari saluta il pubblico dopo la vittoria nel BMW PGA Championship (foto Afp).

Mercoledì mattina è atteso a GardaGolf in una conferenza stampa che tanti sognavano. Un italiano all’Open d’Italia con il BMW PGA Championship in bacheca.

Da quanto ci provava Chicco a giocare la gara perfetta (due bogey in 72 buche)? Da una vita probabilmente. Poi da queste parti ci era andato proprio vicino: nel 2015 iniziò da leader l’ultimo giro poi arrivò quinto (vinse il coreano Byeong Hun An). Lo scorso anno si è classificato secondo alle spalle di Noren.

Molinari: La Ryder? Per entrare in squadra dovrà succedere qualcosa di molto speciale. Condividi il Tweet

Eppure lui non si lascia andare a trionfalismi o voli pindarici. Almeno davanti a taccuini e telecamere. “In parecchie occasioni ero andato vicino alla vittoria e finalmente è arrivata – ha detto a caldo – Sicuramente se avessi potuto scegliere un luogo dove tornare al successo non avrei avuto dubbi nel preferire Wentworth. Questo torneo, di grandissima tradizione,  è un simbolo dell’European Tour. Un titolo qui è ancor più gratificante per la qualità dei concorrenti in campo”. Come dire: rimaniamo con in piedi ben fissati a terra, ancoraggio che non traballa nemmeno davanti a un ipotetico triplete in Italia o al pensiero della prossima Ryder Cup. “La settimana prossima si va in Italia – ha detto – e dovrò fare in fretta a ritrovare la concentrazione. La Ryder Cup? Per entrare in squadra dovrà succedere qualcosa di molto speciale. Ne ho giocate e vinte due e ci terrei a disputare la terza. A un giocatore fa sicuramente male doverla vedere in televisione”.

Francesco Molinari è questo, un italiano mai sopra le righe e senza la paura di misurarsi con i più forti giocatori al mondo.

Il miglior lancio per l’Open d’Italia

Francesco Molinari e quel sorriso tanto atteso (foto Afp).

Francesco Molinari e quel sorriso tanto atteso (foto Afp).

Dal canto loro nemmeno delle più rosee aspettative, Federgolf e il golf italiano potevano prevedere un lancio mediatico così forte per l’Open, il primo a pagamento dopo anni e il primo in una nuova collocazione nel calendario del Tour. A parlare per tutti è Gian Paolo Montali, direttore generale del Progetto Ryder Cup 2022: “Con questa vittoria Francesco Molinari si consolida fra i migliori giocatori al mondo. Aver tenuto testa a Rory McIlroy nel giro finale dà ancora più spessore alla sua prestazione. Per la Federgolf si tratta di un risultato di fondamentale importanza. Infatti la crescita del movimento passa anche attraverso successi di questo prestigio. Il trionfo di Francesco arriva in un momento strategico per lo sviluppo del Progetto Ryder Cup. E si tratta del miglior viatico per il 75esimo Open d’Italia. A Gardagolf avremo tanti dei protagonisti che si sono messi in luce a Wentworth. A cominciare da Alex Noren”.

La gioia di Costantino Rocca per Francesco Molinari

Costantino Rocca

Costantino Rocca

A Francesco Molinari sono arrivati i complimenti da tutto il mondo del golf. Colleghi, ex giocatori e tecnici si congratulano per la tanto attesa affermazione. Fra tutti mi piace segnalare le parole di Costantino Rocca, fino a ieri il più titolato giocatore di golf che l’Italia abbia mai avuto. Per nulla dispiaciuto di condividere quel titolo, il bergamasco non nasconde la sua felicità, con poche righe su Facebook.

Serve avere pazienza, nessuna fretta e i risultati arrivano e restano nella storia. Te l’avevo detto.  Sei grande Francesco e la gioia è immensa!!!  Il BMW PGA Championship parla ancora una volta italiano.

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo.

IMBUCATO Il selfie del golf – 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *