Sessismo e golf: rimosso un manifesto troppo esplicito in Irlanda

Golf, sessismo e marketing estremo sono gli ingredienti di una storia che arriva dall’Irlanda. Tutto inizia da una campagna pubblicitaria del “Liberties”, night club di Buncrana, cittadina della contea di Donegal. Per lanciare il locale i gestori del locale notturno hanno deciso di affiancare la cartellonistica stradale alla campagna online. E hanno scelto l’immagine qui sotto.

BUNCRANA Il cartellone pubblicitario, un condensato di sessismo e luoghi comuni (foto Twitter).

BUNCRANA Il cartellone pubblicitario, un condensato di sessismo e luoghi comuni (foto Twitter).

Raramente una foto è risultata tanto esplicita. Anzi: troppo esplicita. Gli shorts di una giocatrice di golf sono immortalati in primissimo piano e accanto l’eloquente scritta: Libertys, la tua diciannovesima buca per tutta l’estate.

Ora, è risaputo che la pubblicità è l’anima del commercio ma esiste un limite. In Italia non possiamo certo fare i moralisti, basti pensare a cosa campeggia sui palazzi delle grandi città. Ma chi si occupa di marketing però sa che non sempre accostare un esplicito messaggio sessuale a un prodotto è una scelta che paga. Secondo alcune ricerche di mercato chi si imbatte in cartelloni simili si ricorda l’immagine ma non il prodotto che reclamizza. E poi sono scelte di comunicazione che dividono l’opinione pubblica, quindi spesso controproducenti.

Le parole del senatore…

Ma torniamo a Buncrana, poco distante dal Ballyliffin Golf Club, circolo scelto per ospitare il Dubai Irish Open (5-8 luglio), quarta tappa delle Rolex Series 2018 e organizzata dalla Rory Foundation. Il cartellone esposto nel centro abitato irlandese non è passato inosservato e il caso è diventato sia politico che virale. A sollevare il caso sulla stampa locale è stato un senatore del Sinn Fein, originario proprio di quelle parti. “E’ un’immagine decisamente offensiva per le donne – ha dichiarato Padraig Mac Lochlainn – ma allo stesso tempo offende gli uomini che rispettano le donne. Se volevano una campagna shock hanno centrato l’obiettivo. Ora, per cortesia, rimuovano quel cartello”.

E quelle della Rete sul sessismo

Le sue parole non sono passate sotto silenzio: Twitter e Facebook hanno fatto propria l’indignazione del senatore. Decine di tweet e retweet invitavano a contattare la pagina Facebook del “Libertys” per mettere nero su bianco il disappunto per una simile trovata pubblicitaria. Morale della favola: la pagina social del locale oggi risulta inesistente, forse rimossa per sempre.

E non finisce qua: come annunciato dallo stesso senatore quel cartellone è stato rimosso qualche giorno fa. Una vittoria su tutta la linea, quasi una hole-in-one.

Segui la pagina Facebook di Golfando… e iscriviti al gruppo.

Emily Nash vince una gara giovanile Usa ma non viene premiata “perché è femmina”

3 risposte a “Sessismo e golf: rimosso un manifesto troppo esplicito in Irlanda

  1. NN È CERTO IL POTERE MEDIATICO DI UNA PUBBLICITÀ A OFFENDERE IL MONDO DONNA O A OFFENDERE CHI LE RISPETTA……CI SONO TEMI QUOTIDIANI PIU IMPORTANTI DOVE LE DONNE VANNO TUTELATE PROTETTE E RISPETTATE

  2. Stanno pubblicizzando un night club, non una pizzeria. Cosa, se non contenuti sessuali, dovrebbero pubblicizzare? A ridosso di un campo da golf poi. Televisori e abbigliamento? Si potrebbe condannare e demonizzare l’esistenza di determinati tipi di locali, cosa del tutto folle a mio modo di vedere, ma non questa pubblicità. Basta con questa retorica impazzita!

  3. Ormai qualsiasi cosa di dice, anche una semplice battuta, diventa un processo d’accusa per sessismo, omofobia eccetera.. non se ne puó piu! Le donne vanno rispettate ma tutto questo clamore mi sembra un follia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *