Nedbank Golf Challenge, Francesco Molinari vola al quinto posto

Una zampata delle sue e Francesco Molinari è in lizza per il Nedbank Golf Challenge, penultima gara della stagione dell’European Tour. Il torinese (213 – 73 75 65, -3) è passato dal 43esimo al quinto posto: decisivo il miglior score del torneo, vale a dire un 65 (-7) colpi. Il montepremi è di 7.500.000 dollari (circa 6.470.000 euro con prima moneta di 1.069.290 euro).

Francesco Molinari

Francesco Molinari in un’immagine di repertorio (foto Afp)

Si gioca in Sudafrica, sul percorso del Gary Player GC (par 72), a Sun City, già salito alla ribalta della cronaca per la pallina di Luiten sotto le fauci di un coccodrillo. Sono rimasti in bassa classifica Edoardo Molinari, 59esimo con 224 (76 75 73, +8), e Renato Paratore, 66esimo con 228 (72 79 77, +12).

Nel settimo degli otto eventi delle Rolex Series, c’è stato un nuovo cambio della guardia. Primo con 208 colpi (68 73 67, -8) è lo scozzese Scott Jamieson. Secondo il francese Victor Dubuisson, (-7) e leader dopo un turno. In terza posizione con 211 (-5) il sudafricano Branden Grace e il tedesco Martin Kaymer. L’altro sudafricano Haydn Porteous affianca Molinari. In lizza per il successo anche gli altri che seguono al settimo posto con 214 (-2): Tommy Fleetwood (leader della money list), Ross Fisher, Lee Westwood, Louis Oosthuizen, Charl Schwartzel, Matthieu Pavon e David Drysdale.

Scott Jamieson, 34enne di Glasgow con un titolo nel tour ottenuto proprio in Sudafrica (Mandela Championship, 2013), ha girato in 67 (-5) con cinque birdie senza bogey.

Anche per Francesco Molinari nessuna sbavatura nel terzo giro e score “premiato” con tre birdie in uscita e altri quattro nel rientro. Per Dodo Molinari 73 colpi (+1) con tre birdie, due bogey e un doppio bogey. Per Renato Paratore 77 (+5) un birdie, due bogey e due doppi bogey.


SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI GOLFANDO... E ISCRIVITI AL GRUPPO


La rubrica dei lettori: “Gioco a golf perché…” – 2017

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *