A Jarrod Lyle diagnosticato un tumore: è la terza volta

Jarrod Lyle ha un tumore. Di nuovo. E’ la terza volta che al professionista australiano viene diagnosticata la leucemia. Per due volte l’ha sconfitta la leucemia e ora, a 35 anni, è lui a incoraggiare famiglia, amici e tutto il mondo del golf dal letto di ospedale. “Questa potrebbe essere la mia ultima foto con la testa piena di capelli ! #f**kcancer” ha scritto in un post su Facebook.

Jarrod Lyle

Jarrod Lyle poco prima della chemioterapia (Foto Facebook)

“Purtroppo è tutto vero – ha aggiunto, riferendosi ai timori di una ricaduta resi noti dalla moglie – c’è un’altra diagnosi di cancro. Sono intenzionato ad essere positivo (per quanto posso) e questo è l’ultimo scatto prima della chemioterapia”.

Stiamo tutti con Jarrod Lyle

Lyle ha vinto due volte contro la leucemia. La prima diagnosi quando aveva 17 anni e un mondo di golf davanti. Due anni di cure intense e quindi la vittoria. Segue il rientro nel golf. Nel 2004 diventa professionista, con due vittorie sul Web.com Tour nel 2008. Successi che gli valgono la carta per il PGA Tour.

Nel 2012 la seconda stangata: la leucemia ritorna proprio qualche mese dopo la nascita di sua figlia. Altra lotta, altre cure e altra vittoria. Nel 2015 così è di nuovo sul PGA grazie a un’esenzione medica ma non riesce a mantenere la carta.

Mercoledì il drammatico annuncio, apparso proprio sul sito del PGA,
“Un’analisi del sangue di routine ha evidenziato livelli anormali e Jarrod è stato subito ricoverato al Royal Melbourne Hospital e affidato all’equipe di medici che l’ha aiutato in passato”. Dopo poche ore la conferma: ancora leucemia, per la terza volta.

Lyle oggi è il numero 1220 del World Ranking. Il suo miglior piazzamento è stato un quarto posto al Northern Trust Open 2012. Attualmente è impegnato sul PGA Tour Australasian.

Vogliamo fare un grosso in bocca in lupo a Jarrod Lyle e famiglia? Questa la sua pagina Facebook attraverso la quale terrà aggiornati sulle sue condizione di salute. E dove gli faremo i nostri migliori auguri.


STORIE DI GOLF:

PALMIERI, CIECO E VINCITORE DEL BRITISH OPEN: “NESSUN HANDICAP PUO’ FERMARTI”

HENRIK, DALLA SVEZIA ALLA COSTA D’AVORIO PER INSEGNARE GOLF AI BAMBINI

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *