PETA ad Andrew Beef Johnston: “Cambia vita, diventa vegano e chiamati Andrew Tofu Johnston”

Avete presente quel professionista inglese dal fisico non proprio longilineo, con barba e capelli da vendere e sorriso inconfondibile? Esatto, quello che ha vinto l’ultimo Open di Spagna. Proprio lui: Andrew Johnston all’anagrafe ma per amici e tifosi Andrew Beef Johnston. Quel beef sta per manzo, un soprannome del quale lui stesso non sa fare a meno. “Ci sono affezionato, mi chiamano tutti così ormai” ha detto in più di un’occasione.

SPRINGFIELD, NJ - JULY 30: Andrew Johnston of England smiles on the practice ground during the third round of the 2016 PGA Championship at Baltusrol Golf Club on July 30, 2016 in Springfield, New Jersey. Andrew Redington/Getty Images/AFP

SPRINGFIELD (Usa) Andrew Johnston nel terzo giro del PGA Championship 2016 (Foto Afp)

Ma quel beef-che-sta-per-manzo non piace e non passa inosservato agli animalisti di PETA che, nelle scorse settimane, gli hanno chiesto di cambiarlo in Tofu. Esatto: da Andrew Beef Johnston ad Andrew Tofu Johnston.
No, non si tratta di un pesce d’aprile ritardato: Kate Smith, un’esponente inglese del gruppo animalista, si è presa la briga di dedicare a Beef un tweet, chiedendogli un “bel” gesto. Tradotto, il messaggio suona più o meno così:

“Caro Andrew, come molti altri stiamo seguendo anche noi con entusiasmo la tua carriera e ti abbiamo inviato un pensiero fatto di bistecche e hamburger vegani nella speranza di farti riflettere sull’eventualità di adottare uno stile di vita più sano e vegano che aprirebbe la porta a un nuovo soprannome, Andrew Tofu Johnston. Un tuo eventuale nuovo soprannome aumenterebbe la consapevolezza dell’urgente necessità di diffondere una vita cruelty-free per compensare gli squilibri legati al cambiamento climatico…”

#golf - Animalisti di #PETA a Andrew Beef Jonhston: cambia vita, diventa Andrew Tofu Johnston Condividi il Tweet

Peccato che la genesi del nickname dell’inglese non sia proprio legata al suo appetito. Lui, inglese ma di origini giamaicane, l’ha spiegato quasi in ogni intervista: “Da ragazzino – dice – un amico mi chiamava Beef Head per la mia massa di capelli riccioli. E poi sono diventato solo Beef”.

Non c’è bisogno di scrivere la scontata risposta di Beef al tweet di PETA. Lui, nel frattempo, è diventato testimonial di Arby’s, una catena di fast food per gli amanti della carne.

 

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM

NEWS DI GOLF IN BREVE: CLICCA, LEGGI E SEGNALA LA TUA

STORIE DI GOLF

LE BELLE DEL GOLF – GUARDA LE FOTO

LE LEZIONI DEL MAESTRO FERRUCCIO CROTTI

IL GOLF NELLA TESTA: PARLA LA MENTAL COACH SONJA CARAMAGNO

GIOCHI ANCHE TU? CLICCA E FINISCI LA FRASE: “GIOCO A GOLF PERCHE’…”

“GIOCO A GOLF PERCHE’…” – IL RACCONTO DEI LETTORI

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF

IMBUCATO SPECIALE – IL SELFIE DEI PRO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *