Alessandro Del Piero, numero 10 anche nel golf: tutto iniziò con Tacchinardi, dagli Usa copierei…

Il sacro fuoco del golf brucia anche in Alessandro Del Piero. L’ex numero dieci della Juventus e della Nazionale da tempo impazza sui campi di mezzo mondo laddove la sua attività lo porta a vivere. A “La Stampa”, Del Piero ha spiegato che la sua passione è nata dieci anni fa a Chatillon durante un ritiro estivo con la Juve: “Col mio amico Alessio Tacchinardi – dice – abbiamo deciso di buttarci su un campetto, nonostante la stanchezza per i primi giorni di preparazione dopo le vacanze. Abbiamo provato i primi colpi, è stato amore a prima vista”

CHASKA, MN - SEPTEMBER 27: Former soccer player Alessandro Del Piero of Europe hits off the first tee during the 2016 Ryder Cup Celebrity Matches at Hazeltine National Golf Club on September 27, 2016 in Chaska, Minnesota. Streeter Lecka/Getty Images/AFP

CHASKA (Usa) Alessandro Del Piero dopo il primo tee shot alla “2016 Ryder Cup Celebrity Matches” giocata all’Hazeltine National Golf Club (Foto Afp)

Del Piero ora vive a Los Angeles e vede il golf sotto un altro punto di vista. C’è qualcosa che copierebbe dall’America del golf“Due cose – ha ammesso Alex dalle colonne del quotidiano torinese – avere a disposizione campi pratica che non costino uno sproposito e facilmente raggiungibili da tutti, o quasi. E la grande passione che rende il golf uno sport con un tifo quasi di massa, nelle occasioni importanti come la Ryder Cup”.

CLICCA E LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE A “LA STAMPA”

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM

NEWS IN BREVE: CLICCA, LEGGI E SEGNALA LA TUA

STORIE DI GOLF

LE BELLE DEL GOLF – GUARDA LE FOTO

LE LEZIONI DEL MAESTRO FERRUCCIO CROTTI

IL GOLF NELLA TESTA: PARLA LA MENTAL COACH SONJA CARAMAGNO

GIOCHI ANCHE TU? CLICCA E FINISCI LA FRASE: “GIOCO A GOLF PERCHE’…”

“GIOCO A GOLF PERCHE’…” – IL RACCONTO DEI LETTORI

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF

IMBUCATO SPECIALE – IL SELFIE DEI PRO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *