Il golf torna alle Olimpiadi: orari, nomi, favoriti e… forza Manassero e Bertasio

Olympic Golf Course, riserva di Marapendi. Giovedì ore 12.41. Questi location e timing del ritorno del golf azzurro alle Olimpiadi dopo 112 anni di assenza. Matteo Manassero sarà il primo a partire nel team con l’irlandese Padraig Harrington (tre major nel palmares) e al neozelandese Danny Lee.  Due ore dopo (15.03) toccherà invece a Nino Bertasio con il cinese Ashun Wu e con l’australiano Scott Hend.

I battitori del percorso olimpico (Twitter)

Dal 17 al 20 toccherà invece alle donne, con Giulia Molinaro e Giulia Sergas. Sessanta i concorrenti in entrambe le prove.

Si gioca su 72 buche (18 al giorno) senza taglio, stroke play. In caso di conclusione con più giocatori al primo posto, per l’assegnazione delle medaglie si effettuerà un playoff su tre buche, con classifica per somma di colpi.

I presenti e i favoriti – Di chi c’è e chi non c’è ne abbiamo parlato per mesi. Il timore di Zika ha decimato l’Olympic Ranking ma adesso sarebbe davvero brutto parlare di chi non c’è. Impossibile fare un pronostico alla vigilia: il percorso è di fatto sconosciuto (per questo “molto olimpico” secondo Manassero), il clima e il concetto di “nazionale” potrebbero cambiare le carte in tavola. Sulla carta ad avere maggiori chances sono Bubba Watson, lo svedese Henrik Stenson, l’inglese Danny Willett Rickie Fowler. Ma nessuno si sbilancia oltremodo.


Manassero e Bertasio
–  Matteo Manassero, in notevole ripresa dopo un anno e mezzo in grigio, ha avuto un’ulteriore scossa dalla qualificazione a Rio 2016 (decisivo il forfait di Chicco Molinari). Da appassionato di tutte le discipline, sta vivendo intensamente questa sua partecipazione convinto che “l’Olimpiade sia la massima espressione dello sport”.  Obiettivi? E’ lì “per giocarsi una medaglia”, ma lo dice con assoluta convinzione e non come scontata dichiarazione della vigilia. E per uno che a vent’anni era 25° nella classifica mondiale e con quattro titoli del circuito continentale nel palmares, conquistati a suon di record, c’è poco da chiedersi se sia capace di farlo.

Manassero_olimpiadi

Matteo Manassero

Nino Bertasio si è guadagnato l’ingresso nell’Olympic Ranking con una serie di prodezze e con una progressione che sembrava impossibile per uno che quando nel 2014 è partito l’Olympic Ranking era nell’Alps Tour. In due anni è arrivato sull’European Tour, salto che pochissimi possono vantare, presentandosi in Brasile in grande condizione di forma, che peraltro l’ha sostenuto per quasi tutto l’anno, e con il morale altissimo. E’ molto tranquillo, non ha timori e ha un atteggiamento positivo lungo il percorso.

Il percorso – Inaugurato lo scorso novembre, il tracciato olimpico è stato disegnato dall’architetto americano Gil Hanse seguendo gli attuali standard adeguati a un gioco di alto livello, ma anche concedendo possibilità di recupero. Piuttosto lungo (yards 7.128, par 71) è un percorso molto tecnico e vario, con fairway di media grandezza, green ondulati e alcuni dei quali piccoli, numerosi e insidiosi bunker e due laghi. Ha le prerogative dei links, essendo vicino al mare, dove sarà determinante il vento, spesso molto forte e instabile nella direzione. La parte più difficile è nelle quattro buche dalla 11 alla 14, con il denominatore comune di un colpo al green molto complicato. In un tracciato dove gli alberi sono pochissimi, ce n’è uno alla buca 13 che entra in gioco nel tirare alla bandiera. Su tutte e quattro, per la loro posizione, si farà sentire in modo sensibile il vento.

Il campo può ospitare 15.000 spettatori e dopo le Olimpiadi diventerà pubblico, il primo in Brasile, con l’obiettivo di favorire la diffusione del golf. (fonte Federgolf)

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM

STORIE DI GOLF

LE BELLE DEL GOLF – GUARDA LE FOTO

LE LEZIONI DEL MAESTRO FERRUCCIO CROTTI

IL GOLF NELLA TESTA: PARLA LA MENTAL COACH SONJA CARAMAGNO

GIOCHI ANCHE TU? CLICCA E FINISCI LA FRASE: “GIOCO A GOLF PERCHE’…”

“GIOCO A GOLF PERCHE’…” – IL RACCONTO DEI LETTORI

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF

IMBUCATO SPECIALE – IL SELFIE DEI PRO

HAI INIZIATIVE DA SEGNALARE O VUOI COLLABORARE? CLICCA QUA

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *