Paige Spiranac, troppo bella per il golf?

L’americana Paige Spiranac brilla di luce propria. Ha 22 anni, capelli biondi, occhi azzurri e un fisico che molte modelle invidiano. Paige, ginnasta mancata dopo un brutto infortunio, si è dedicata anima e (soprattutto) corpo al golf, prima girando una serie di video che l’hanno trasformata in fenomeno social, poi diventando professionista. Paige SpiranacA livello agonistico non ha nessuna carta per giocare in nessun circuito ma a Dubai hanno pensato bene di invitarla all’Omega Ladies Masters, ultima gara 2015 dell’European Ladies Tour (e quarta gara in assoluto per importanza della stagione). Le malelingue non lo nascondono: Paige è in campo più per i 500mila followers su Instagram e il suo giro di sponsor che per swing e putt. “Da amateur non è stata poi così brava” dicono.

Il primo giro all’Emirates Golf Club l’ha chiuso in 77 colpi con il par del campo fissato in 72. Tradotto: 94esima posizione su 108 giocatrici,  taglio quasi certo oggi dopo il secondo round. Diana Luna, miglior azzurra, è sesta (69 colpi)

Paige Spiranac

Paige Spiranac, la bellezza

La Bellezza in senso astratto non è mai troppa in nessun ambito e non fa mai male. Se la Spiranac fosse stata invitata a Dubai solo per una scelta di marketing, non ci sarebbe da gridare allo scandalo: sul green le donne bellissime non mancano, le donne che fanno bella figura a prescindere nemmeno.

Negli Stati Uniti Paige è conosciuta come una Internet sensation in virtù del milione e mezzo di visualizzazioni dei suoi video che la vedono giocare  a golf ovunque. Un ottimo mezzo di promozione. A luglio una rivista Usa l’ha battezzata “l’atleta femminile più hot del pianeta”.

Viste le premesse difficile concentrarsi sul suo stance o sugli approcci al green. “Capisco quello che si dice di me – ha spiegato Spiranac all’inglese The Telegraph – Se guardi una top player e poi guardi me capisci subito che non siamo dello stesso livello. Ma vorrei capissero che io lavoro duro senza far caso a quello che dicono. Posso farcela o non posso farcela, non lo so. Ora sono concentrata su migliorare ogni colpo.”

Più realista del re, la bionda americana non cade dalle nuvole a chi le fa notare che dietro l’invito a Dubai c’è il suo potere mediatico, la mole di clic che si porta nella sacca: “Sono orgogliosa dei miei follower che mi guardano e mi sostengono. Gioco anche per loro”.

+++AGGIORNAMENTO GIOVEDI’ 10/12 ORE 18:50: Nel secondo giro a Dubai, Paige ha chiuso in 79 colpi, 101esima posizione. Come previsto, non ha passato il taglio+++

ESISTONO  LE WAGS ANCHE NEL GOLF?

SEGUI “GOLFANDO” SU FACEBOOK E SU TWITTER @GOLFTGCOM

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *