No al campo olimpico di golf in una riserva: #occupygolf contesta Rio2016

Si parla già di golf olimpico anche se a Rio 2016 manca più di un anno. Ad esser sinceri, per ora, il ritorno di questo sport nella competizione a cinque cerchi ha riguardato di più le pagine di cronaca che quello sportive. OCCUPYGOLFE’ successo anche nei giorni scorsi quando il comitato #occupygolf ha interrotto la riunione del Cio in corso proprio a Rio. A scatenare l’ira della ‘torcida ambientalista’ è in particolare il progetto, che sta andando avanti, della costruzione di un campo di golf in una riserva naturale, e poi la lentezza ormai cronica del programma di disinquinamento delle acque della baia di Guanabara.

In particolare bisogna ricordare che nei mesi scorsi i velisti partecipanti ad alcune regate preolimpiche, si sono ritrovati a gareggiare in mezzo a carogne di animali, vecchi televisori, pneumatici di vario tipo e altra immondizia. Speriamo che sul green non accadono fuori programma simili.

SEGUI “GOLFANDO” SU FACEBOOK

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *