Renato Paratore brilla all’Omega Dubai, Matteo Manassero sprofonda: altro taglio?

Brilla ancora la stella di Renato Paratore: nel giro d’avvio dell’Omega Dubai Desert Classic, il neo-professionista è il migliore tra i quattro azzurri in gara. Il campione olimpico ha chiuso a -4,  ventesimo assoluto.

Rory McIlroy davanti a una vista mozzafiato

Rory McIlroy davanti a una vista mozzafiato

Stephen Gallacher

Lee Westwood

Lee Westwood

Più indietro Dodo Molinari -2 (70esima posizione) e Crespi -1 (71esima) mentre giornata da incubo per Matteo Manassero che, con il suo +7, è in terz’ultima posizione.  In testa l’austriaco Wiesberger (-8), tallonato a -7 dal quartetto composto da Uihlein, Colsaerts, Sullivan e Westwood.

Wiesberger ha decisamente accelerato il ritmo nelle ultime sei buche, dove ha messo a segno cinque birdie consecutivi degli otto complessivi, tanti quanti Uihlein prima dell’errore sulle penultima buca.

Il percorso degli azzurri – Paratore ha raccolto tre birdie in uscita e altri due nelle prime quattro dei rientro. Alterno Molinari: dopo un avvio con due birdie ha incrociato due bogey per poi guadagnare un colpo sul par al giro di boa. Altri due birdie hanno anticipato il bogey sul green finale.

Nove buche da manuale per Crespi con quattro birdie, quindi altrettante di ritorno in affanno con un bogey e un doppio bogey. Manassero ha perso otto colpi in dodici buche con due bogey e tre doppi bogey. Ne ha recuperato uno con due birdie e un bogey a chiudere.

SEGUI GOLFANDO SU FACEBOOK

“GIOCO A GOLF PERCHE'”- SCRIVILO AL NOSTRO BLOG

IMBUCATO – IL SELFIE DEL GOLF

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *